1CITTA’ DI CASTELLO – “La tradizione degli alpini conserva intatti fascino e forza nella nostra comunità grazie all’opera, davvero meritoria, dell’associazione umbra che ha a Città di Castello il suo storico fondatore e ogni anno proprio nella nostra città è protagonista di una opportunità di ritrovo fondamentale per alimentare la memoria e l’importanza delle gesta di un corpo militare ancora oggi punto di riferimento indiscutibile per i valori di patriottismo e servizio alla nazione”.

2E’ il commento dell’assessore Rossella Cestini alla cerimonia annuale che la sezione umbra dell’Associazione Nazionale Alpini ha promosso davanti all’edicola dedicata alla Madonna con la Stella Alpina in viale Romagna, alla quale ha preso parte sabato scorso in rappresentanza dell’amministrazione comunale. Un appuntamento che si ripete puntuale nell’unico luogo in Alta Valle del Tevere che rende omaggio ai valori e alla missione del corpo specializzato dell’esercito italiano, grazie alla dedizione dei rappresentanti locali dell’associazione, guidati dal vice capogruppo Massimo Dorelli che ha fondato oltre trent’anni fa il sodalizio regionale. Quest’anno a rendere omaggio all’immagine della protettrice degli alpini c’erano il capogruppo dell’associazione regionale Giancarlo Petrelli e il vice presidente del consiglio regionale umbro Valerio Mancini, insieme ai rappresentanti delle autorità civili e militari locali. La tradizionale preghiera davanti all’edicola è stata recitata da don Fabio Radicchi, che ha ricordato valori e principi che rendono importante ancora oggi ruolo e impegno del corpo degli alpini nel nostro Paese. (140)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini