TUTTI GLI APPUNTAMENTI DELLA MANIFESTAZIONE CHE SOSTIENE I DIRITTI E LA DIGNITA’ UMANA DAL 20 AL 22 OTTOBRE

1CITTA’ DI CASTELLO – Ai nastri di partenza la nuova attesissima edizione di Altrocioccolato: il grande appuntamento che dal 20 al 22 ottobre animerà l’autunno umbro con i sapori del cioccolato equosolidale, quello buono davvero, quello che sostiene le economie solidali e il commercio equo.
Tanti appuntamenti tra conferenze, mostre, laboratori, artigianato, musica e artisti di strada per scoprire come si può sostenere lo sviluppo delle economie che rispettano il valore del lavoro e della dignità umana aiutando a far crescere il pianeta all’insegna della sostenibilità.

INAUGURAZIONE. L’inaugurazione ufficiale si terrà venerdì 20 ottobre alle 16.00 in Piazza Matteotti a Città di Castello con la partecipazione delle organizzazioni del COMES e le autorità istituzionali degli enti locali. Con Altrocioccolato prendono il via anche le Giornate Regionali del commercio equo 2017 e  alle ore 17.30, presso la Sala dei Gruppi di Palazzo Comunale in Piazza Gabriotti la Consulta Regionale del Commercio equo e solidale si riunirà in seduta pubblica sul tema Il commercio equo e solidale in Umbria. Situazione, opportunità, prospettive a 10 anni dall’approvazione della Legge Regionale n. 3 del 2007.

GLI ESPOSITORI. Un ruolo centrale avranno gli espositori dei prodotti del circuito equo e solidale e il cioccolato sarà il protagonista del un messaggio di giustizia, equità e solidarietà; saranno ospiti di Altrocioccolato le centrali di importazione del commercio equo collegate alle botteghe umbre (Altromercato con la bottega Monimbò, LiberoMondo con le botteghe Piano Terra e Colibrì, Altraqualità con la Boteguita,).

“SOUL FOOD”. Non mancherà uno spazio dedicato al “Soul Food” e inoltre si rinnova l’esperienza delle cucine sociali, grazie alla collaborazione con la Protezione Civile e il Progetto Mato Grosso, che porterà nelle piazze progetti per la preparazione di gustosi piatti Km0 per tutti gli operatori, gli ospiti o i collaboratori, utilizzando esclusivamente prodotti biologici, o del commercio equo e solidale di produttori locali come Lombrico Felice

CONFERENZE. Anche quest’anno Altrocioccolato offre numerose occasioni di approfondimento grazie alle conferenze che si terranno  presso la Sala Gruppi del Palazzo Comunale di Piazza Gabriotti.

“Le Catene delle produzioni industriali” saranno al centro della conferenza organizzata con Fuori Mercato che si terrà sabato 21 alle ore 12.00 in cui interverranno Fabio Ciconte, direttore associazione Terra!, Mimmo Perrotta, ricercatore Università di Bergamo e Gigi Malabarba, del movimento Fuori Mercato.

Alle ore 17.00 potremo assistere all’“Intervento del gruppo di ricerca Emidio di Treviri sul mondo rurale colpito dal sisma”. Una conferenza sulle attuali condizioni delle zone colpite dal terremoto e le difficoltà dei produttori e degli agricoltori della zona, in collaborazione con le Brigate di Solidarietà Attiva e il gruppo di ricerca Emidio di Treviri.

Domenica 22 ottobre ore 12.00 conferenza dedicata al Solidale Italiano,  evoluzioni e futuro di una collaborazione che funziona. Entreremo nel cuore del Commercio Equo tra Economia Responsabile, Economia Sociale ed Economia Solidale, per capire a che punto siamo e quali sono gli orizzonti per crescere insieme. Modera Davide Cavazza, direttore Comunicazione di Altromercato. Interverranno Elide Ceccarelli, presidente di Umbria EquoSolidale; Giovanni Paganuzzi, Presidente di Equo Garantito; Alessandro Franceschini, vicepresidente di Altromercato. Sarà inoltre un’occasione per conoscere esperienze concrete di produttori e prodotti dell’economia solidale come quella di S.O.S. Rosarno, grazie a Giuseppe Pugliese che racconterà come in una terra degradata come la Calabria si combatte la distribuzione organizzata che impone prezzi insostenibili e causano sfruttamento del lavoro. Un progetto che vede contadini, immigrati, disoccupati, insieme per fondare una “nuova civiltà contadina” e che porta le arance di Gioia Tauro sulle tavole degli italiani attraverso le botteghe equo-solidali, i Gas e i gruppi di acquisto solidale.

PRESENTAZIONI. La Tenda Solidale di Piazza Matteotti ospiterà uno spazio dedicato alle presentazioni. Altrocioccolato è anche collaborazione e sostegno ai progetti che creano valore come nel caso de Le Ghiottonerie di Casa Lorena che crea percorsi di inserimento lavorativo per donne maltrattate e vittime di abusi nel centro Casa delle Donne Contro la Violenza confiscato alla mafia. Sabato alle ore 11.00 sarà presentata Cioccobu, la crema spalmabile alla nocciola con latte di bufala, realizzata con i prodotti di LiberoMondo, il nuovo prodotto che i maestri chef di Rossopomodoro Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis hanno ideato per loro in esclusiva.

Alle ore 15.00 inoltre Altromercato presenta la nuova linea di cioccolato Mascao Bío e la linea delle Bío Cajita, in collaborazione con Monimbò Perugia e Monimbò Terni.

Altro importante progetto che Altrocioccolato vuole promuovere è quello realizzato dai maestri cioccolatieri di Be Well della Fabbrica Cioccolato Perugia. Domenica ore 11.00  scopriremo “Una Pralina Amazzonica”: la dimostrazione pratica di come nascono le nuove praline di Altrocioccolato, realizzate con Noci dell’Amazzonia distribuite da Simbio ( già associazione Arbio che da tempo collabora con Equomercato) e cioccolato fondente, e i leggendari, gustosi cioccolatini dell’antica tradizione. Il progetto sostiene i produttori della Foresta amazzonica che devono combattere ogni giorno le decisioni governative e le multinazionali contro lo sfruttamento del lavoro e la deforestazione.

Domenica 22 alle ore 15.00 Ponte Solidale ci porta in Palestina con l’incontro l’autrice Chiara Cruciati, giornalista umbra redattrice de “il Manifesto” e caporedattrice dell’agenzia di stampa Nena News che presenterà il suo reportage “Cinquant’anni dopo. 1967-2017. I territori palestinesi occupati e il fallimento della soluzione dei due stati” realizzato con Michele Giorgio. A seguire, sarà possibile assaporare un aperitivo dal gusto palestinese.

Venerdì 20 ottobre presso l’Auditorium Sant’Antonio mattinata dedicata agli Incontri con le scuole sul tema della ricerca personale e della riflessione sul Sistema Crisi. Con Bernardo Cumbo e Andrea Strozzi, bioeconomista, scrittore e blogger de Il Fatto Quotidiano

LABORATORI. La tre giorni di Altrocioccolato sarà costellata di occasioni per mettersi in gioco in prima  persona grazie ai tanti laboratori per adulti e bambini. Grazie a La Boteguita e Il Colibrì saranno realizzati Light Lab & WoodLab: due laboratori di ricerca e di esplorazione con protagonisti il legno e la luce, dove bambini e bambine potranno sperimentare, creare e condividere. A cura di Elisa Chierici, Elisa Palmi e Marta Brugnoni.  Inoltre sempre per i più piccoli domenica ci saranno le Letture a cura di Nido Gattonando – Fiore Verde. Tra le arti da riscoprire lo Spettacolo di burattini della Compagnia Politheater- Manipulà di Città di Castello, con la Regia di Marco Lucci e Damiano Augusto Zigrino. In scena Cappuccetto rosso e i due Lupi .

Ancora tanto spazio all’arte e alle libere espressioni con il laboratorio di Serigrafia dove poter imparare a stampare da soli la propria T-Shirt, grazie ai progetti itineranti di Francesca Renda SegrigraFata e le StampellePress.

Grazie a LiberoMondo sarà possibile cimentarsi nella produzione di biscotti e dolci Equo e Solidali a cura della Cooperativa Sociale LiberoMondo, nel Laboratorio di Pasticceria Solidale.

Altromercato invece ci conduce nel mondo del riciclo con il laboratorio per il riutilizzo creativo delle vecchie magliette, acura di Monimbó Bottega del Mondo.

RETE DELLE ECONOMIE SOLIDALI. Non potevano mancare le realtà della Rete delle Economie solidali che rappresentano sempre più il cuore pulsante dell’attività di Altrocioccolato durante tutto l’anno.  Oltre alle storiche conferme Altrocioccolato quest’anno ospita un nuovo circuito: FUORI MERCATO, e tra gli espositori, alcuni progetti innovativi e di grande impatto che meritano di essere sostenuti per il valore del loro lavoro.

Scopriremo lo yogurt di Barikamà, la start up che unisce diverse forme di integrazione e socializzazione, mettendo insieme due mondi quello dei migranti e quello dell’autismo. Un progetto di micro-reddito nato nel Marzo 2011 che consiste nell’ inserimento sociale attraverso la produzione e vendita di yogurt ed ortaggi biologici.

Troveremo anche la salsa di SfruttaZero, un pomodoro a sfruttamento zero per fermare il Caporalato, prodotto in Puglia da migranti, contadini, precari e disoccupati in filiere auto-prodotte dove si fa a meno di coltivazioni chimiche. La più limpida dimostrazione che l’integrazione passa per l’auto-organizzazione e la creazione di lavoro.

Sarà possibile assaggiare anche Amaro Partigiano, il progetto sociale di autoproduzione di Archivi della Resistenza di Fosdinovo (MS) insieme a Ri-MAFLOW di Trezzano sul Naviglio (MI). Un liquorificio sociale che servirà a creare posti di lavoro e destinare parte del ricavato per il sostegno e  alle lotte e alle reti conflittuali nel quadro della costruzione di alternative al sistema di produzione corrente.

Ci saranno anche le pregiate olive Nocellara del Belice di Contadinazioni, progetto di autoproduzione siciliano in opposizione alle logiche di sfruttamento del lavoro stagionale, precario e migrante nato nei terreni messi a disposizione da Salvo Vitale, storico compagno di Radioaut e amico di Peppino Impastato, con l’idea di partire proprio da un luogo simbolo di sfruttamento delle campagne .

MOSTRE. Tanti gli spazi dedicati alle esposizioni a partire  dalla mostra fotografica sul tema “La questione rurale”, a cura del Gruppo di ricerca Emidio di Treviri. Il mondo rurale colpito dal sisma, a un anno dal terremoto del centro italia, attraverso le immagini del gruppo di ricerca Emidio di Treviri, progetto impegnato a costruire un’inchiesta sociale critica sul post-sisma. La coltivazione e la trasformazione del cacao in America latina sarà invece il focus della mostra “Dal chocolatl degli Aztechi al cioccolato moderno” curata dal Centro studi americanistici “Circolo Amerindiano”, un viaggio che ripercorre la storia del cacao nel “Nuovo Mondo” per scoprire gli usi e le tradizioni mesoamericane del cibo degli Dei, mentre Ponte Solidale ci porterà in Medio Oriente con la mostra “Yalla Palestine!” a cura di Francesca Boccabella. Un racconto fotografico dell’occupazione in Palestina attraverso i sorrisi di chi la vive ogni giorno, perché la bellezza può sorgere ovunque, la bellezza è resistenza.

MUSICA. Infine come sempre grande spazio alla musica e allo spettacolo da sempre protagonista di Altrocioccolato che negli anni ha portato a Città di Castello proposte musicali di grande prestigio con interpreti di fama internazionale: novità di quest’anno una rassegna nella rassegna interamente dedicata al folk dal titolo “Musica Etica, Musica d’ETIChettA”, perché la gente possa essere protagonista assoluta come nello spirito della manifestazione. Tra gli ospiti sul palco Flaco Leo y su Banda, The Black Animals, Distilleria a Vapore, Groove Tribu (Mauro Giorgeschi Trio), Boda, Organicanto e tanti altri.

Ancora una volta una grande festa all’insegna dell’incontro e della condivisione che partendo dalla passione per il mondo del Cacao e del Cioccolato equo e solidale, vuole abbracciare le più ampie tematiche della sostenibilità e della salvaguardia del cibo e della Terra e dare la  possibilità  ai produttori e alle realtà  dell’Economia solidale italiana, di presentare e raccontare i propri prodotti, i propri progetti, le proprie storie, ma anche far emergere le difficoltà e i problemi del proprio lavoro che stanno alla base dello sfruttamento e della povertà del Sud del Mondo.

La manifestazione è realizzata grazie al supporto di Regione Umbria, Comune di Città di Castello, Gal Umbria e in collaborazione con Equo Garantito, Libero Mondo, CAES, Altreconomia, Terra Nuova e ad Altromercato, sponsor e sostenitori della manifestazione. (104)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini