‘Centro Italia Reload’ prevede due sezioni, per cooperative di comunità e nuove cooperative. In campo 235mila euro a favore di turismo, cultura, eccellenze agroalimentari e servizi

1PERUGIA – Nuove cooperative per far ripartire l’Italia centrale colpita dal sisma. Legacoop ha deciso di utilizzare 235mila euro raccolti tra le associate per sostenere la nascita di nuove cooperative, di comunità ma non solo. Lo ha fatto attraverso il bando ‘Centro Italia Reload – Rigenerare comunità nelle terre del Rinascimento Italiano’ riservato a nuove imprese nei 140 comuni inseriti nel cratere sismico dell’Italia centrale.

2Il bando vuole così sostenere progetti cooperativi per turismo, cultura, eccellenze agroalimentari e servizi. Due le sezioni che lo costituiscono. La prima potrà contare su 100mila euro ed è dedicata alla nascita di nuove cooperative di comunità, ovvero imprese costituite da cittadini e altri attori locali per il miglioramento della qualità della vita e l’interesse generale della collettività. I progetti selezionati beneficeranno di formazione e accompagnamento, oltre che di un contributo economico fino a 25mila euro ciascuno.

La seconda sezione è dedicata invece a nuove imprese cooperative. A disposizione ci sono 135mila euro. Tra le proposte pervenute e valutate ammissibili, saranno selezionati progetti che beneficeranno di attività di formazione e accompagnamento, oltre che di un contributo economico fino a 10mila euro per ciascuna cooperativa. Il bando si rivolge alle imprese cooperative da costituire o costituite dal 25 agosto 2016 con sede legale in uno dei 140 comuni del cratere sismico tra Abruzzo, Marche, Umbria e Lazio.

Il bando si chiuderà il 31 dicembre per le nuove cooperative e il 31 gennaio 2018 per le cooperative di comunità. Le proposte saranno valutate per valore imprenditoriale, impatto sul territorio e capacità di fare rete, sviluppo e creazione di lavoro, innovazione tecnologica. Entro il 30 gennaio 2018 la Commissione di valutazione selezionerà i progetti vincitori della sezione ‘Nuove imprese cooperative’ ed entro il 28 febbraio 2018 i quattro progetti tra le ‘Cooperative di comunità’.

Per informazioni, approfondimenti e supporto nella redazione dei progetti è possibile contattare la sede regionale di Legacoop Umbria al sito www.legacoopumbria.coop. (104)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini