La Società Cooperativa Sistema Museo, in associazione temporanea d’impresa con Opera Laboratori Fiorentini e Vigilanza Serenissima, sbarca a Venezia. Si dimostra vincente il modello imprenditoriale di gestione del patrimonio culturale maturato in quasi 30 anni di esperienza.

1PERUGIA – La Società Cooperativa Sistema Museo si è aggiudicata, in associazione temporanea d’impresa con Opera Laboratori Fiorentini e Vigilanza Serenissima, la gestione dei Musei e delle Biblioteche storiche della Fondazione Musei Civici di Venezia. L’appalto prevede la gestione dei servizi e delle misure di valorizzazione delle collezioni e dei monumenti dei Musei e delle Biblioteche della Fondazione Musei Civici di Venezia, per la durata di tre anni.

2Il sistema museale oggetto di gara è articolato in undici sedi museali e cinque biblioteche specialistiche: Palazzo Ducale, Museo Correr, Ca’ Rezzonico Museo del Settecento Veneziano, Ca’ Pesaro Galleria Internazionale d’Arte Moderna – Museo d’Arte Orientale, Torre dell’orologio, Palazzo Mocenigo Centro Studi di Storia del Tessuto e del Costume con i nuovi percorsi del profumo, Casa di Carlo Goldoni e Biblioteca di Studi Teatrali, Palazzo Fortuny, Museo di Storia Naturale, Museo del Vetro, Museo del Merletto, Sale Monumentali della Biblioteca Nazionale Marciana.

3Le aziende che si sono aggiudicate l’appalto condivideranno un sistema gestionale fortemente innovativo, che troverà nella valorizzazione del patrimonio e nell’approccio imprenditoriale gli elementi costitutivi per garantire una migliore fruizione dei beni culturali del capoluogo veneziano.


Sistema Museo è forte di un’esperienza quasi trentennale nel campo della gestione e valorizzazione dei servizi specializzati per il turismo e la cultura, con un modello sviluppato in numerose gestioni in centro Italia (principalmente in Umbria e nelle Marche) dove ha realizzato molte misure di valorizzazione culturale, interventi di formazione professionale, piani di sviluppo turistico. Ad oggi lo stesso modello imprenditoriale ha consentito all’azienda di crescere e consolidarsi, sviluppando nuovi servizi fortemente specializzati. Attualmente garantisce servizi
in circa 180 sedi in 9 regioni italiane tra musei, monumenti, aree archeologiche, parchi ambientali, teatri, biblioteche, archivi, uffici turistici ed esposizioni temporanee.

Un modello di servizi e un riferimento per gli enti pubblici e privati che, nonostante un prolungato periodo di congiuntura economica, non vogliano rinunciare ad una valorizzazione efficace del patrimonio culturale dei territori.

  (743)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini