1TERNI – Nell’ambito dell’attività di prevenzione e di contrasto alla microcriminalità ed al degrado urbano, nel pomeriggio del 18 ottobre 2017 il Comando Provinciale dei Carabinieri di Terni ha disposto l’intensificazione dei servizi di controllo del territorio attraverso l’esecuzione di un servizio coordinato tra i vari Reparti, allo scopo di prevenire e contrastare i delitti contro la persona, il patrimonio – specialmente rapine e furti in abitazione – e l’ordine pubblico in genere, procedendo ad un controllo significativo di persone ed autoveicoli con il preciso intento di captare soggetti d’interesse operativo e pericolosi per la sicurezza pubblica, attivando posti di controllo, cinturando arterie stradali ed eseguendo controlli dinamici su persone e veicoli in movimento.

2In particolare, il dispositivo di controllo – articolato su un totale di 6 autovetture e 15 militari impiegati – ha operato nella zona industriale di Maratta, nel quartiere Borgo Rivo e nel Centro cittadino, in particolare all’interno della zona a traffico limitato. Nel corso delle operazioni di controllo diffuso, sono state identificate e sottoposte a controllo di polizia 83 persone, di cui 10 stranieri risultati regolari sul territorio nazionale, e 61 veicoli. Sono state rilevate e sanzionate 5 contravvenzioni al Codice della Strada e ritirate una patente ed una carta di circolazione per irregolarità nella posizione assicurativa dei veicoli e mancato ottemperamento all’obbligo di revisione del mezzo.

Nel corso del servizio di pattugliamento dinamico è stata prestata particolare cura agli obiettivi sensibili caratterizzati da rischio rapina, nonché particolare vigilanza agli spazi urbani caratterizzati da degrado e ritrovo abituale di persone pericolose per la sicurezza pubblica. Sono stati altresì ancora una volta alimentati i contatti con la cittadinanza e con gli operatori commerciali, allo scopo di cogliere ogni informazione di interesse operativo o solo per trasmettere vicinanza e rassicurazione sociale.

Il servizio di controllo straordinario ha raccolto il favore di numerosi cittadini che non hanno mancato di compiacersi direttamente col personale impiegato nel dispositivo; non sono mancati efficaci momenti di contatto, che hanno consentito di raccogliere preziosi dati informativi che, inseriti in analisi di contesto, possono certamente aiutare i Carabinieri a risolvere le numerose criticità e richieste di aiuto. L’occasione è utile per ribadire ancora una volta che solo la partecipazione attiva della cittadinanza ed un contatto ravvicinato e collaborativo con la popolazione può consentire la produzione della sicurezza cittadina.

 

 

  (29)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini