1TERNI – Un fulmine a ciel sereno squarcia una tranquilla giornata di ottobre: sarà l’#iloverun Athletic Terni a difendere i colori dell’Italia nella Coppa Europa di Club di Corsa Campestre nella gara di cross senior femminile. La squadra del presidente Francesco Corsetti, che nel marzo 2017 è giunta seconda a Gubbio alle spalle dell’Esercito ai campionati italiani di società di cross, volerà a Mira (Portogallo) domenica 4 febbraio per riscrivere un’altra pagina dell’atletica umbra. Mai nessuna società umbra era stata chiamata a lottare per un titolo europeo di corsa campestre e questo risultato, rarissimo per le società civili, aggiunge ancora maggior prestigio alla straordinaria stagione del decennale dell’#iloverun Athletic Terni che ha avuto il suo acuto proprio a Gubbio quando la kenyana Ivyne Lagat ha conquistato uno splendido successo sui prati dell’Anfiteatro Romano e con lei sul secondo gradino del podio di società salirono la folignate Laura Biagetti e l’azzurra del triathlon, due volte olimpiche, Anna Maria Mazzetti.

La chiamata dell’#iloverun Athletic Terni è arrivata dopo la rinuncia dell’Esercito, club campione italiano. Una rinuncia che non sminuisce però i meriti delle ragazze del team ternano capaci di lottare quasi alla pari contro una formazione militare che può scegliere le migliori mezzonfondiste d’Italia. Una chiamata, questa, che va così ad impreziosire il già ricco palmares della società ternana che già nel 2011 aveva rappresentato l’Italia in una rassegna continentale. Anche allora la trasferta fu in Portogallo ma con la squadra maschile che partecipò nella mezza maratona valida come Coppa Europa per Club di corsa su strada, chiamata che arrivò dopo il titolo italiano conquistato nel 2010.

A Mira l’#iloverun Athletic Terni si troverà di fronte i più forti club di cross in Europa a cominciare dalle favoritissime, le campionesse uscenti dell’Uskudar Belediye trascinate nel 2017 ad Albufeira dalla vicecampionessa del mondo, la kenyana Irene Cheptai. Ma attenzione anche all’altra squadra turca, quella del Bursa Buyuksehir Belediye, alle spagnole (lo scorso anno seconde) del Bilbao Atletismo e alle padroni di casa dello Sporting Club de Portugal. Per l’#iloverun Athletic Terni l’onere e l’onore di difendere l’Italia e di cercare di far meglio dell’undicesimo posto conquistato lo scorso anno dall’Alta Valtellina. (98)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini