ALLARME DI FIADEL CISAL PERUGIA CHE CHIEDE UN INCONTRO AL SINDACO

1PERUGIA – “Cosa sta accadendo? Il Comune di Perugia come intende rilanciare la sua partecipata Gesenu? Come intende valorizzare i gioielli di famiglia? Tagliando un altro servizio accessorio, da tempo egregiamente svolto, come lo ‘sgombero neve’”. Se lo chiede il segretario provinciale della Fiadel (Federazione italiana autonoma enti locali) Cisal Perugia, Matteo Berellini, che aggiunge: “Dalla stampa apprendiamo l’ennesima preoccupante notizia, nonostante il Comune di Perugia (socio pubblico al 45%) abbia più volte ufficializzato la ferma volontà di rilanciare l’azienda, oggi si scopre che la giunta ha preso l’ennesima decisione volta a tagliare un altro servizio.

Per questo la Fiadel Cisal di Perugia esprime la propria apprensione, dettata anche dall’assordante silenzio dell’opposizione, e chiede un incontro urgente al sindaco Andrea Romizi, per chiedere spiegazioni in merito ai tagli che l’amministrazione continua a fare a spese della sua partecipata”. “Non si capisce perché la giunta continui a prendere decisioni contrapposte a quanto dichiara ufficialmente – chiosa Vincenzo Filice, segretario regionale della Cisal Umbria –: è sotto gli occhi di tutti che siamo in presenza della solita storia, si predica bene e poi si razzola male. Ma quali sono i veri interessi che muovono queste scelte?”. (317)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini