Il progetto quest’anno vedrà coinvolti - oltre alla vicina città di Gubbio - anche i Comuni terremotati di Amatrice, Norcia e Visso

1GUALDO TADINO – Dopo il successo ottenuto nel 2016 torna anche quest’anno a Gualdo Tadino il Presepe Emozionale realizzato dalle Edizioni Frate Indovino con la collaborazione dell’Amministrazione Comunale e del Polo Museale gualdesi.

Lo straordinario progetto “Buone Feste con il Presepio Emozionale” nei prossimi mesi, infatti, prenderà il via presso la Chiesa Monumentale di San Francesco (che ospiterà una rinnovata edizione del Presepio Emozionale) vedrà coinvolti anche i Comuni terremotati di Norcia, Visso, Amatrice oltre a quello vicino di Gubbio. Nei luoghi più suggestivi di ciascuno di tali centri, saranno istallati: la Natività (con statue a grandezza pressoché naturale di Gesù Bambino, Madonna, San Giuseppe), la stella cometa, la capanna, il bue, l’asinello, i tre Re Magi, un angelo e un cammelliere col suo animale.

Obiettivo specifico è quello di portare un messaggio di gioia e speranza soprattutto nei tre Comuni-simbolo dell’Appennino Centrale colpiti dagli eventi sismici del 2016 dove è grande la voglia di rinascita.

Con il Comune di Gualdo Tadino che si è fatto capofila del progetto, i tecnici e responsabili di Frate Indovino – insieme al Primo Cittadino gualdese, Dr. Massimiliano Presciutti – dopo aver ricevuto parere positivo per l’avvio dell’iniziativa dai sindaci di Amatrice, Sergio Pirozzi, di Norcia, Nicola Alemanno, di Visso, Giuliano Pazzaglini e di Gubbio, Filippo Stirati, nella giornata di martedì 7 novembre si sono recati nei comuni suddetti per effettuare il sopralluogo e verificare la corrispondenza con le necessità tecniche dei materiali utilizzati per le strutture.

“Dopo il successo ottenuto lo scorso anno a Gualdo Tadino con il Presepio Emozionale di Frate Indovino che in poco più di un mese ha portato nella chiesa di San Francesco sede dell’installazione ben 18.000 persone, – ha sottolineato il Sindaco di Gualdo Tadino Massimiliano Presciutti – quest’anno le Edizioni Frate Indovino, oltre a riproporre in una versione rivisitata questa splendida opera nella nostra città, hanno ben pensato di estendere il progetto anche al vicino comune di Gubbio e alle tre principali municipalità colpite dal sisma: Amatrice, Norcia e Visso. L’obiettivo è di portare un messaggio di gioia e speranza in luoghi che hanno gran voglia di rinascita. Questa forte volontà di rinascere e tornare a vivere una vita normale è stata toccata con mano nella giornata di ieri quando abbiamo effettuato insieme ai tecnici delle Edizioni Frate Indovino i sopralluoghi per definire le installazioni in queste località. Un’iniziativa straordinaria che siamo certi contribuirà a rendere più sereno e caldo per tante famiglie un periodo importante qual è quello delle festività natalizie”.

Descrizione del Progetto

La Natività che si propone di installare presso i comuni indicati, consiste in una capanna a grandezza naturale al cui interno verranno collocate le statue della Sacra Famiglia, il bue e l’asinello. All’esterno della capanna vengono disposti i re magi ed altri elementi tipici del Natale.

Per tali strutture da montare all’esterno sarà utilizzato un “pluristrato plastico” con stampa a colori adatta a piogge e intemperie. (120)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini