A pochi giorni dal pronunciamento della Corte dei conti sul piano di rientro del Comune. “Occorre un cambio di passo. Pronti a raccogliere questa sfida con una nostra lista elettorale”

1TERNI – “Non è giocando allo sfascio o al tanto peggio tanto meglio, come fanno alcune forze di opposizione solo per scopi elettoralistici, che si fa il bene della città e si tutelano gli interessi dei cittadini”. È quanto ha dichiarato Rossano Pastura, segretario provinciale del Partito socialista di Terni.

“A pochi giorni dal pronunciamento della Corte dei Conti – ha continuato Pastura – che definirà la procedura per il piano di rientro del Comune di Terni, ci sembra giusto dover dire che, a questo punto, quella del piano di rientro sia l’unica strada percorribile per evitare di far gravare la situazione economica del Comune di Terni sui cittadini”.

“Premesso che noi socialisti – ha spiegato Pastura – non abbiamo nulla da difendere, né da chiedere, visto che non siamo in Giunta dal 2009 e attualmente non sediamo nemmeno tra i banchi dell’Assemblea comunale, riteniamo comunque irresponsabile giocare allo sfascio come fanno alcune forze di opposizione con la sponda di qualche consigliere di maggioranza, inscenando continue proteste senza elaborare alcuna proposta”.

“Vista la situazione della città di Terni – ha proseguito Pastura – che è oggettivamente molto critica sotto diversi aspetti, occorre in questa fase un atteggiamento responsabile che tuteli per prima cosa i cittadini, soprattutto le fasce più deboli, evitando di ricorrere a strumenti finanziari o, peggio ancora, commissariamenti dell’Ente, che significherebbe aumento delle imposte, blocco degli investimenti e diminuzione dei servizi”.

“Tuttavia – ha aggiunto Pastura – pur auspicando che il percorso fin qui intrapreso possa concludersi positivamente, riteniamo che in questo ultimo scorcio di tempo che ci separa dalle prossime elezioni, sia necessario un cambio di passo da parte dell’amministrazione comunale di Terni; occorre individuare almeno 4-5 punti programmatici e perseguirli con tenacia, decisione e soprattutto con rapidità.

Non c’è più tempo per elaborare grandi strategie ma è giunto il momento dell’azione, del completamento di alcuni lavori fermi da anni (Fontana di Piazza Tacito, Tetro Verdi, Parco Cardeto, passerella della stazione) e dell’avvio di altri ancora solo in programma (bretella stradale Ast – San Carlo, Cittadella dello sport), senza dimenticare temi molto importanti e sentiti dalla cittadinanza come la sicurezza, l’economia e l’ambiente. C’è bisogno di dare alla città e a tutti i suoi attori sociali, economici, culturali, un forte segnale di discontinuità e di cambiamento, a cominciare dagli assetti amministrativi attuali”.

“Il Partito Socialista – ha concluso Pastura – sta lavorando per costruire un serio programma da presentare alla città che segni un concreto cambiamento sia dal punto di vista culturale sia per quanto riguarda aspetti economici e sociali. La Terni che siamo abituati a pensare, legata alle grandi fabbriche dell’acciaio e della chimica non c’è più. Si deve ripensare la nostra comunità alla luce dei cambiamenti della società, della globalizzazione, delle nuove esigenze che le persone hanno. I socialisti saranno pronti a raccogliere questa sfida con una propria lista, aperta a tutte quelle esperienze politiche, civiche e associazionistiche che su questi temi vorranno confrontarsi e vorranno portare il proprio contributo”. (167)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini