1AMELIA – Sarà il cantautore Raphael Gualazzi ad accendere il Natale della Comunità Incontro Onlus Molino Silla di Amelia che quest’anno ha scelto come tema “Accogliamo la vita”. Giovedì 7 dicembre alle 16 l’artista incontrerà i ragazzi ospiti della struttura e insieme a loro accenderà le luminarie e l’immenso albero che sovrasta l’agorà, cuore pulsante del centro di Silla. Raphael è tra gli artisti più talentuosi della scena musicale italiana contemporanea. Cantautore e pianista, ha pubblicato 4 dischi di successo che l’hanno visto esibirsi in una serie di concerti in tutta Italia e non solo, adesso tra una tappa e l’altra del suo “Love life peace tour”, l’artista ha accettato, con grande entusiasmo, l’invito dei ragazzi della Comunità Incontro.

A sottolineare la forza sociale della musica, bisogna ricordare che il fondatore don Pierino Gelmini nel 1993 fu il presentatore del programma musicale televisivo “Rock Cafè” di Rai 2. La notizia all’epoca fece grande scalpore e accolta con scetticismo, ma ben presto grazie al grande carisma e alla profonda umanità e sensibilità di don Pierino, il programma divenne un successo e tutti i big della musica italiana furono ospiti e negli anni successivi parteciparono a varie iniziative comunitarie: come diceva il Don (così veniva chiamato dai ragazzi) “La musica va vissuta e non subita”.

“La Comunità – spiega Giampaolo Nicolasi, responsabile di struttura della Comunità Incontro – prosegue fedelmente la missione di don Pierino, insegnando i suoi valori e principi e permettendo a chi ha sbagliato con stili di vita dissoluti di avere una seconda opportunità dalla vita, da cogliere con umiltà dando importanza alle piccole cose. Per questo motivo siamo grati a Raphael per avere dedicato un po’ del suo tempo ai tanti giovani che sono qui ospiti e che sono stati meno fortunati di lui. Questo che si sta avvicinando è un periodo molto importante per noi perché con l’arrivo del Santo Natale l’atmosfera che si respira a Silla è magica. Viviamo nel ricordo del nostro don Pierino che amava tantissimo le feste e sapeva trasformare tutta la Comunità in luogo caldo e pieno di amore pronto ad ospitare le famiglie dei ragazzi provenienti da tutta Italia”. (91)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini