In occasione di Umbria Jazz Winter #25 Gruppo Cramst ha attivato il pagamento dei propri eventi tramite Bitcoin

1PERUGIA – Gruppo Cramst in occasione di Umbria Jazz Winter #25 ha attivato il pagamento dei propri eventi tramite Bitcoin.
Cosa sono i Bitcoin? Sono una moneta elettronica creata nel 2009 da un anonimo inventore, noto con lo pseudonimo di Satoshi Nakamoto a fine 2008. A differenza della maggior parte delle valute tradizionali, Bitcoin non fa uso di un ente centrale né di meccanismi finanziari sofisticati, il valore è determinato dalla leva domanda e offerta.

La rete Bitcoin consente il possesso e il trasferimento anonimo delle monete; i dati necessari a utilizzare i propri bitcoin possono essere salvati su uno o più personal computer o dispositivi elettronici quali smartphone, sotto forma di “portafoglio” digitale, o mantenuti presso terze parti che svolgono funzioni simili a una banca. In ogni caso, i bitcoin possono essere trasferiti attraverso Internet verso chiunque disponga di un “indirizzo bitcoin”. (Wikipedia).

Grazie a questo sistema, durante i giorni di Umbria Jazz WInter #25 a Orvieto, dal 28 dicembre 2017 al  1º gennaio 2018, sarà possibile pagare presso  le location del festival gestite dal Gruppo Cramst anche con i Bitcoin. Basterà presentarsi alla casa e richiedere il pagamento con la criptovaluta e grazie alla tecnologia Bitcoin Checkout sarà possibile effettuare la transazione direttamente dallo smartphone tramite la lettura di un qrcode (vedi video).

Gruppo Cramst, sempre al passo con i tempi e attenta alle innovazioni del mercato, amplia ulteriormente l’offerta dei propri eventi anche a tutti i possessori di Bitcoin, che da oggi avranno l’opportunità di poterli spendere anche per prodotti reali, dai Jazz Lunch, Jazz Dinner  e Cenone di Fine Anno e di Fine Festival al Ristorante al San Francesco oppure per il Cenone di Fine Anno al Palazzo dei Sette Meeting Point.
Potete trovare tutti gli eventi sopracitati sul sito all’indirizzo www.cramst.it/prenota-eventi (90)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini