1PERUGIA – La Bartoccini Gioiellerie Perugia conquista la prima vittoria stagionale al PalaEvangelisti. Dopo un match tiratissimo, durato 96 minuti, le magliette nere del presidente Antonio Bartoccini si sono imposte per 3-0 contro la Sigel Marsala nella partita valida per la 14esima giornata del campionato nazionale di volley di serie A2 femminile. Un successo, quello ottenuto mercoledì sera al PalaEvangelisti, che ha un doppio valore: è stato il primo conquistato in casa e porta le perugine a distaccare un po’ di più nel punteggio le ultime due in classifica, che sono quelle destinate a retrocedere in B1.

2Per la Bartoccini scendono in campo Barbolini, Zuleta, Mazzini, Lotti, Kotlar, Pascucci e Giampietri come libero; per Marsala Agostinetto, Marteki, Furlan, Ventura, Rossini, Facchinetti con Marinelli libero. Il primo set parte con le ospiti che passano in avanti segnando un break sul 5-8. Marsala continua a restare in vantaggio fino a quando le padrone di casa lo riagguantano sul 21 pari. Da li il set prosegue punto su punto fino al 28-28. In questo frangente sono determinanti soprattutto Zuleta, Lotti e Klotar.

3Al 28 pari la Bartoccini passa in avanti grazie ad una schiacciata in diagonale di Klotar che, unita ad uno sbaglio in attacco del Marsala, segna il 30-28 finale dopo ben 31 minuti di gioco. Nel primo set Perugia, seppur con qualche sbavatura, attacca meglio delle avversarie anche se la difesa praticamente si eguaglia. Ottima Giulia Kotlar con 5 punti e 100% in attacco.

Il secondo parziale è simile al primo. Le due squadre si affrontano a viso aperto con la Bartoccini che parte bene, con Zuleta che firma l’1-0, per poi, con un errore in battuta, riportare il punteggio in parità. Il set continua con le padrone di casa sempre avanti con gli attacchi di Kotlar, Lotti e Barbolini ma sul 6-6 le avversarie conquistano palla portandosi in vantaggio.

Il gioco prosegue sempre punto su punto fino al 12-12. Grazie a Kotlar, Pascucci ed ai muri perugini la Bartoccini torna a guidare l’incontro per 17-12 (+5). Subito dopo coach Campisi chiede il time out e Marsala rientrando in campo segna tre punti. Break che porta l’allenatore Bovari a fare la stessa cosa.

Dopo il time out anche Perugia torna a macinare punti fino a portarsi sopra di 4 (20-16). Ma Marsala non ci sta e pareggia. Dal 20-20 si ritorna a giocare punto su punto fino al 26-26. Nervi saldi con Lotti che, battendo prima e schiacciando forte al centro poi, porta la Bartoccini al +1 e Pascucci che con un altro buon attacco segna il 28-26 conclusivo. In questo set Perugia gioca meglio sia in attacco sia in difesa.

Anche il terzo parziale è la fotocopia dei precedenti. La Bartoccini parte bene e resta in avanti fino al 6-4 ma poi Marsala si porta a +3 (6-9). Coach Bovari mischia un po’ le carte facendo uscire Barbolini ed entrare Mancinelli. Cambia di nuovo la musica con Pascucci e Zuleta che pareggiano di nuovo i conti fino ad arrivare al 12-12. Coach Campisi chiede di nuovo il time out ma a poco serve. Perugia torna in avanti fino al +2 (17-15) anche se poi si torna sul 19-19, anzi.

La Bartoccini sbaglia in attacco e regala un punto alle avversarie (19-20). Coach Bovari ricambia ancora, rientra Barbolini ed esce Mancinelli, e Zuleta riporta la squadra sul 20-20, segnando un passaggio fondamentale: quello che vede le padrone di casa restare in avanti e concludere il set per 25-23 conquistando la vittoria finale.

Negli ultimi minuti sono decisivi i punti segnati da Barbolini, Pascucci (che realizza anche un altro ace) e Zuleta. A più riprese sono scese in campo anche Fiore (che ha segnato un punto nel secondo set) e Rimoldi. Migliore in campo Giulia Kotlar con 15 punti, il 65% in attacco ed il 50% in difesa. Per Perugia hanno chiuso in doppia cifra anche Giulia Pascucci con 15 (ed un rispettivo 26% e 33%) e Zuleta con 12 (40% e 33%).

Con questo successo è arrivata, quindi, la prima vittoria casalinga della Bartoccini. “Ci voleva”, conferma coach Fabio Bovari. “Come sempre – prosegue – una vittoria aiuta molto, fa morale. Aiuta soprattutto a ricostruire quel clima e quella serenità che ci vogliono quando una squadra subisce parecchie sconfitte come è accaduto a noi. Spero che questa vittoria ci consenta di guardare al futuro con un occhio diverso, di non andare in una sorta di ‘depressione’ sportiva. Spero che da questo successo si riparta per fare qualche cosa di più”.

Il coach biancorosso è anche critico. “Non stiamo ancora viaggiando bene nella fase punto – sottolinea Bovari – e soffriamo qualche palla di troppo. Non riusciamo a chiuderla ma la squadra ha lavorato tanto, con il cuore ed il cervello. Abbiamo giocato tutti i set, punto su punto. Quando una squadra vince 2 o 3 set come li abbiamo vinti noi vuol dire che ci tiene, che non molla un pallone, che spinge fino all’ultimo affinché quel pallone sia ad appannaggio di tutti, gruppo e società, portando il risultato. Questo – conclude Bovari – è quello che mi fa più piacere”.

Classifica: Ubi Banca San Bernardo Cuneo 32; Delta Informatica Trentino 31; Fenera Chieri 30; Volley Soverato 29; Lpm Bam Mondovi’ 28; Battistelli S.G. Marignano 26; Savallese Millenium Brescia 24; Conad Olimpia Teodora Ravenna 22; Barricalla Collegno 20; Club Italia Crai 17; Sorelle Ramonda Ipag Montecchio 16; Zambelli Orvieto 16; P2p Givova Baronissi 14; Bartoccini Gioiellerie Perugia 11; Golem Olbia 9; Sigel Marsala 7; Golden Tulip Volalto Caserta 4. (124)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini