Approvato il Bilancio di previsione 2018-2020 che non prevede aumento di imposte e tariffe; confermate le agevolazioni per insediamenti produttivi nel Centro Storico e per Costano e Ospedalicchio

comune-2BASTIA UMBRA – Il Consiglio comunale ha approvato ieri, venerdì 29 dicembre 2017, il bilancio di previsione 2018–2020 ed il programma triennale delle opere pubbliche. Bastia Umbra è tra i primi Comuni italiani e dell’Umbria ad approvare il documento finanziario di previsione, evitando in tal modo l’esercizio provvisorio e le conseguenti incertezze.

Il bilancio 2018, come quelli del 2016 e del 2017, non prevede aumenti di imposte o tariffe. Non è stato, invece, possibile deliberare in ordine alle tariffe Tari perché il gestore non ha ancora redatto il piano finanziario 2018 del servizio di gestione integrata dei rifiuti.

“Confermiamo in tal modo le scelte e le impostazioni che da anni applichiamo nella gestione amministrativa del Comune – rileva il Sindaco Stefano Ansideri -. Il nostro obiettivo è di garantire che la gestione finanziaria sia la più oculata ed efficiente possibile nell’interesse della cittadinanza”

Il bilancio è stato illustrato dall’Assessore Roberto Roscini, il quale ha rilevato che il documento di finanza preventiva risente della contingente situazione economica: le entrate correnti sono previste in lieve calo, circa l’1%. Questo dato non impedisce che le entrate correnti superino le uscite correnti e si registri, quindi, un avanzo di parte corrente di 166 mila Euro, destinato a finanziare gli investimenti.

Per gli anni 2018 e 2019 si prevede l’agevolazione Tari per le imprese che si trasferiranno nel Centro storico di Bastia Umbra e nelle piazze di Costano e Ospedalicchio. L’agevolazione consiste nell’esenzione triennale dal pagamento dell’imposta.

Viene confermata la riduzione delle imposte per gli immobili concessi in comodato gratuito ai parenti di primo grado. Nel nostro Comune, in caso di registrazione di contratto di comodato, i contribuenti, oltre a vedersi riconosciuta la riduzione del 50% dell’imponibile prevista dalla legge nazionale, continueranno a beneficiare della riduzione delle aliquote Imu e Tasi.

Per l’anno 2018 è prevista la cifra complessiva di 1.800.000 Euro (circa il 10% delle entrate correnti) da destinare ai Servizi Sociali.

Nel triennio 2018–2020 sono finanziati nuovi investimenti per 5 milioni di euro finalizzati principalmente alla manutenzione del patrimonio comunale: 740.000 Euro per la manutenzione delle strade e 700.000 Euro per la realizzazione delle opere di difesa idraulica del torrente Tescio.

Un impegno economico-finanziario da segnalare è lo stanziamento delle risorse necessarie per l’acquisizione dell’area da destinare a sede del Rione Moncioveta.

  (144)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini