Oltre 800 spettatori hanno partecipato alla prima rappresentazione

1MONTEFALCO – Dopo il grande successo della prima rappresentazione, con la partecipazione di oltre 800 persone, torna il 6 gennaio l’atteso Presepe vivente nel cuore della Ringhiera dell’Umbria.

2In un lungo e suggestivo percorso a tappe nel centro storico, i visitatori potranno rivivere insieme la magia del Natale facendosi coinvolgere nelle scene che quest’anno hanno come tema “Il Re della Pace è nato…Venite, Adoriamo..”.  Sono previste tre repliche, alle 16, alle 17 e l’ultima alle 18 con partenza dal Chiostro di Sant’Agostino dove le guide accompagneranno i visitatori nell’affascinate percorso che si snoderà tra Piazza del Comune, Museo di San Francesco, percorso delle botteghe e dei mestieri, Chiesa di San Bartolomeo, Priorato – Piazza Dante, Chiesa di Sant’Agostino e Chiostro di Sant’Agostino.

3Il presepe racconterà la profezia di Isaia che immaginava un mondo senza armi e in pace, con gli strumenti per uccidere che possono diventare mezzi per coltivare e dare da mangiare. Giovani attori, si esibiranno aprendo la riflessione sui grandi problemi che affliggono il mondo.

Il Chiostro di Sant’Agostino, allestito per l’occasione dall’associazione “Un sorriso per te, amici di Michela Ponti ”, sarà il punto di accoglienza e di divisione in gruppi del pubblico.

La prima tappa del Presepe il la pizza del Comune dove si svolgerà la scena del primo fratricidio: Caino uccide Abele, al Museo di San Francesco sarà rappresentata la profezia di Isaia “Un mondo senza guerra è possibile?” Si prosegue poi per la via dei Mestieri e dei Mercati nella zona più antica della città Campo Vaccino, Porta Camiano e Largo della Castellina.

La Chiesa di San Bartolomeo sarà la tappa che rappresenta San Giovanni Battista con la sua austerità proporrà un cammino semplice per essere costruttori di pace. Oltrepassata Piazza dante, si arriva nel Priorato dove è allestito il campo dei pastori. Con coloro che hanno dato ascolto alla voce dell’Angelo, si proseguirà verso Betlemme, cioè la chiesa di Sant’Agostino, dove i visitatori saranno accolti dai più piccoli, per mostrare che il Bimbo è nato.

L’iniziativa, inserita nel programma della rassegna natalizia “C’era una volta…a Natale” organizzata dall’amministrazione comunale, è realizzata dalla parrocchia di San Bartolomeo, dalla Scuola primaria Buozzi, dall’Istituto comprensivo Melanzio Parini in collaborazione con l’associazione “Un Sorriso per te amici di Michela Ponti” e Associazione Studio e ricerca delle tradizioni popolari umbre Marco Gambacurta. (135)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini