L’evento ”charity” è organizzato dalla Scuderia Campello e dal C.U.A.E. ( Club Umbro Automotoveicolo d’epoca) di Terni presieduto da Liborio Libori

1SPOLETO – Arriverà sabato 6 gennaio a Spoleto, in piazza Duomo, su di una rombante macchina d’epoca. Sarà una Befana solidale e porterà nella tradizionale calza un aiuto concreto ai meno fortunati.
E’ l’evento ”charity” organizzato dalla Scuderia Campello e dal C.U.A.E. ( Club Umbro Automotoveicolo d’epoca) di Terni presieduto da Liborio Libori, un autentico “ veterano” del mondo associazionistico degli appassionati e collezionisti di macchine d’epoca.

“La manifestazione – spiega il presidente Libori- vuole testimoniare la vicinanza concreta della nostre associazioni ai problemi di chi ha bisogno d’aiuto: la raccolta di beneficenza effettuata tra i partecipanti al raduno sarà infatti consegnata ad una famiglia spoletina indigente .

Ma l’ iniziativa vuole anche dimostrare come l’attività radunistica delle auto d’epoca contribuisca ad una nuova lettura turistica delle eccellenze del nostro territorio.” Un’attività, quindi che oltre alla passione collezionistica per i veicoli d’epoca, intende partecipare in modo forte al rilancio del turismo storico, naturale ed enogastronomico locale e della relativa filiera imprenditoriale dell’accoglienza dopo la crisi generata dal sisma dello scorso anno.

“Il turismo creato dai raduni delle auto vintage – aggiunge Libori- è un fenomeno in crescita in tutta Europa secondo il binomio anglosassone “ Slow drive & slow tourism” che sintetizza un approccio turistico “ lento”, realmente rilassante, che ha i “tempi giusti” per conoscere a fondo la storia, la cultura, il cibo e cioè la vera identità di un territorio e che finalmente supera il turismo sterile “ mordi e fuggi”.

Il “ Raduno della Befana “ inizierà alle ore 09,00 al piazzale Api presso l’ingresso Sud della Città del Festival con il ritrovo di circa 40 equipaggi su altrettante blasonate macchine d’epoca. Poi l’attraversamento del centro storico spoletino e il parcheggio ( concesso in via eccezionale dall’amministrazione comunale ) direttamente su Piazza Duomo, una delle Piazze più belle del mondo , celebrata da film di grandi registi , lungometraggi, fiction e spot televisivi d’autore.

I partecipanti raggiungeranno poi a piedi la vicina Sala Frau dove , alle ore 10,00 , potranno assistere ad un concerto della pianista Elena Moschetti del Conservatorio di Santa Cecilia.

Al termine, ritorno in Piazza Duomo e , dalle ore 11,30 , i radunisti potranno partecipare alla messa solenne dell’Epifania officiata dall’Arcivescovo di Spoleto e Norcia Mons. Renato Boccardo, attuale Presidente della Conferenza Episcopale Umbra . Durante la celebrazione liturgica il coro della Cappella Musicale del Duomo diretto dal Maestro Francesco Corrias canterà tradizionali brani religiosi.

Nell’antico complesso architettonico dedicato a Santa Maria Assunta, storica cattedrale spoletina e chiesa madre dell’Arcidiocesi Spoleto- Norcia, i partecipanti potranno ammirare l’eccezionale bellezza del ciclo pittorico delle Storie della Vergine di Filippo Lippi ( 1467-1469 ) che orna l’abside romanica , il crocifisso dipinto di Alberto Sotio ( del 1187), gli affreschi della cappella Eroli ( Jacopo Siculo – XV sec.) o la rarissima lettera autografata di San Francesco a Frate Leone ( del 1222) e, nell’omonima cappella l’antichissima Icona della Madonna donata nel 1185 alla città da Federico Barbarossa .

Al termine della messa, l’Arcivescovo Boccardo impartirà la benedizione agli equipaggi presenti al raduno. Da Piazza Duomo, la storica carovana riattraverserà poi il centro storico per raggiungere la statale Flaminia alla volta( circa 10 km) delle Fonti del Clitunno , mitiche sorgenti dedicate in epoca romana a Giove Clitumno( Jovis Clitumnus) , venerato nell’adiacente antichissimo tempietto. Un luogo unico ed emblematico dell’Umbria celebrato da una miriade di poeti, dall’antichità latina (Properzio, Silio Italico, Stazio, Giovenale e Claudiano) ad epoche più recenti come Thomas Macaulay, George Byron, Ladislao Kulczycki, fino a Giosuè Carducci.

L’evento si concluderà presso il ristorante “Fonti del Clitunno” con una conviviale dedicata ai sapori inimitabili dell’enogastronomia spoletina, altra “ grande bellezza” di questa terra che è anche il “cuore del Belpaese”. (102)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini