PRIMO SELEZIONATO PER L’ESPOSIZIONE INTERNAZIONALE DI SCULTURA OPEN 20 REALIZZA UN PREMIO PER UNA PELLICOLA DELLA MOSTRA DEL CINEMA DI VENEZIA

1CITTA’ D CASTELLO – Dal lavoro in tipografia alle luci della ribalta della 74esima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, grazie a un promettente talento per il design. E’ accaduto al tifernate Gabriele Polidori, che in occasione dell’ultima edizione della prestigiosa rassegna italiana ha avuto l’onore di realizzare il premio Open assegnato al film d’animazione  “Gatta Cenerentola” e di consegnarlo personalmente nelle mani dell’attore Massimiliano Gallo, che ha prestato la propria voce alla pellicola insieme a Maria Pia Calzone e Alessandro Gassmann.

2Un’autentica sorpresa per il giovane creativo, che aveva già avuto il privilegio di essere il primo designer chiamato a partecipare alla Mostra OPEN 20 International Exhibition of Sculpures and Installations, l’esposizione di scultura ideata e curata da Paolo De Grandis che si è svolta dal primo settembre al primo ottobre in concomitanza con la mostra dedicata al cinema, con la partecipazione di 40 artisti di fama di internazionale come Yoko Ono, Orlan, Luigi Ontani, Federica Marangoni. Insieme alla curatrice artistica Serena Mormino, è stato tra gli espositori più apprezzati nella sede dell’Hilton Molino Stucky di Venezia, con le opere denominate “Legàmi” e “Riflessioni”, due sedie in plexiglass per l’arredo di interni dedicate rispettivamente alla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica e a uno dei due fondatori della Mostra OPEN 20, il critico Pierre Restany, che sono state presentate insieme a “Rolling Chair”, ispirata al gruppo musicale dei Rolling Stones. Con “Legàmi”, che raffigura su una originale spalliera il campanile di San Marco e un proiettore cinematografico, Polidori ha vinto il premio Open, che gli ha offerto l’opportunità di realizzare l’omonimo riconoscimento per la pellicola selezionata per uno dei concorsi collaterali della Mostra del cinema.

“E’ stato un vero sogno, perché dopo essere stato il primo designer ad aver mai partecipato insieme ad artisti di altissimo livello a un evento internazionale dedicato alla scultura, che è patrocinato dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e dalla Regione Veneto, ho avuto l’onore di essere premiato per una delle mie opere e di poter realizzare il riconoscimento attribuito a uno dei film in concorso alla Mostra Internazionale di Venezia”, afferma Polidori, che è stato ricevuto nei giorni scorsi nella residenza municipale tifernate per iniziativa dell’assessorato alla Cultura, dal quale ha ricevuto una pubblica attestazione di “apprezzamento e soddisfazione per aver portato in alto il nome di Città di Castello con un talento creativo capace di attingere all’importante tradizione tipografica del territorio per dare vita a una produzione creativa moderna e innovativa”.

“La ribalta che ho avuto a Venezia ha rafforzato la mia convinzione a continuare in un percorso artistico nel quale le mie competenze grafiche e cartotecniche offrono un supporto assolutamente particolare alla progettazione creativa e sono un valore aggiunto per la visione artistica che trasferisco nelle mie creazioni”, sottolinea Polidori, che dal 2011 ha affiancato l’attività di designer al lavoro da tipografo presso la Poligraf Srl, di cui è socio assieme al padre Osvaldo e alla sorella Francesca. È nata così la Fg Design, con cui abbina alla produzione di creazioni da esposizione come quelle presentate a Venezia ad arredi (155)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini