Ecco come partecipare alla selezione. A breve concorsi per quattro nuove figure professionali

comuneASSISI – Creare nuovi posti di lavoro e al contempo migliorare la qualità dei servizi resi ai propri cittadini. Un doppio obiettivo importante quello del Comune di Assisi che annuncia la necessità di procedere all’assunzione di nuovi dipendenti. In particolare a breve saranno assunti due operai full time a tempo indeterminato selezionati per avviso pubblico.

Una buona notizia cui si somma quella di ulteriori quattro assunzioni con altrettanti concorsi che saranno indetti per due agenti di Polizia Municipale e due tecnici (architetti e/o ingegneri).

Si tratterà dunque di sei nuovi posti di lavoro per Assisi: un segnale positivo in un momento di grande difficoltà sotto il profilo occupazionale per la nostra Regione.

 Quanto alle due posizioni di operaio il Comune di Assisi rende noto che nei Centri per l’Impiego di Bastia Umbra, Perugia, Castiglione del Lago, Marsciano, Città della Pieve, Todi e Massa Martana è stato pubblicato l’avviso pubblico, ex art. 16 della legge 56/1987, utile ai fini dell’assunzione di due operai a tempo indeterminato, full time, presso il Comune di Assisi, da adibire ai vari servizi manutentivi del patrimonio comunale (scuole, edifici pubblici, strade, aree verdi, rete fognaria, illuminazione pubblica, ecc..) e alla guida di autocarri e macchine operatrici.

Possono partecipare tutti i soggetti, ivi inclusi i cittadini comunitari, i titolari dello status di rifugiati, di protezione sussidiaria (1) ed i titolari del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo, che risultano:

  1. in possesso di diploma di istruzione secondaria di 1° grado;
  2. in possesso della patente di guida cat. B e cat. C;
  3. stato di occupazione: occupati; disoccupati; non occupati
  4. residenti da almeno 30 gg, in uno dei Comuni appartenenti ai suddetti Centri per l’Impiego ai quali è pervenuta la richiesta.

Particolare attenzione dovrà essere prestata alla validità dell’attestazione ISEE.

Gli interessati dovranno presentarsi muniti, oltre che di un documento di identità in corso di validità o permesso di soggiorno CE, del valore ISEE relativo ai redditi anno 2016 valido dal 16/01/2018 rilasciato ai sensi del DPCM n. 159/2013 o della ricevuta di richiesta della certificazione ISEE (può essere richiesta presso i COMUNI, i C.A.A.F., l’I.N.P.S. o altre strutture abilitate).

 

  (105)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini