Inseguiti e fermati dai Carabinieri, lui, 35 anni, guidava guida in stato di alterazione psicofisica, lei invece dava in escandescenza

1ORVIETO – Durante la prima settimana di febbraio sono stati intensi i controlli effettuati dai Carabinieri della Compagnia di Orvieto che hanno identificato complessivamente oltre 700 persone e verificato più di 560 veicoli.

Nel corso dei servizi i componenti di un equipaggio della Stazione di Baschi, nell’espletamento di un posto di controllo, procedevano ad intimare l’alt ad un’utilitaria che però non si fermava continuando la sua marcia. Il tentativo di eludere il controllo risultava però vano in quanto i militari, postisi immediatamente all’inseguimento del veicolo, lo rintracciavano, nascosto tra la vegetazione di un appezzamento di terreno, con ancora a bordo il conducente.

Quando i Carabinieri procedevano all’identificazione del “guidatore fuggitivo” capivano il perché del suo maldestro tentativo di fuga: infatti la 35enne trovata al volante, oltre ad essere già nota alle FF.PP. e priva di patente di guida in quanto sospesa a causa di una precedente infrazione, palesava evidenti condizioni psicofisiche alterate.

La donna, che dava in escandescenza nel corso del controllo e si rifiutava di sottoporsi agli esami previsti, veniva deferita in stato di libertà all’A.G. ternana per resistenza a pubblico ufficiale e guida in stato di alterazione psicofisica. La medesima veniva anche contravvenzionata per guida con patente sospesa, per l’inosservanza all’obbligo di fermarsi e per la ripetuta omessa revisione del veicolo, che veniva sottoposto a sequestro.

Invece i Carabinieri della Stazione di Fabro, nel corso di un controllo effettuato all’interno di un’area di servizio autostradale, segnalavano quali assuntori all’Ufficio Territoriale del Governo di Terni due giovani del posto trovati in possesso di qualche grammo di marijuana. (78)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini