aGUBBIO – La struttura educativa di Branca che accoglie circa 33 alunni della scuola materna e 52 della media, è stata inserita nei 38 progetti ammessi a finanziamento delle scuole umbre,  approvati dal Ministero competente. La somma stanziata, comunicata dal Miur, è di 414 mila euro, a cui si aggiungono quelli assegnati dal Comune per un totale di 460 mila.

Soddisfazione è espressa dalla giunta e in particolare dal sindaco che dichiara: « La scuola di Branca era in seconda priorità nel nostro Comune tra i progetti presentati e questo stanziamento si aggiunge ai 750 mila euro con i quali abbiamo costruito la nuova scuola di Semonte. Il progetto di Branca è stato elaborato dai nostri uffici nel 2015 ed è arrivato a buon fine, a riprova che la tempestività di aderire ai bandi e la capacità progettuale, alla fine pagano e danno i frutti sperati.

Questo è un risultato concreto che va nella direzione privilegiata degli interventi per migliorare l’edilizia scolastica del territorio eugubino, in linea con le priorità indicate dal Governo, per strutture sempre più sicure e adeguate anche all’abbattimento delle barriere architettoniche. Il progetto prevede interventi di riqualificazione funzionale degli spazi della scuola media con un incremento della superficie attualmente occupata anche dalla materna al piano seminterrato, e la realizzazione dell’ampliamento per la materna stessa, con ingresso indipendente dalla media.

E’ dunque il raggiungimento dell’obiettivo individuato dal Piano Regolatore Generale, con la realizzazione di un “polo scolastico di Branca” ». La scuola materna è prevista su un unico livello, su un’area quasi pianeggiante, con una superficie coperta di circa mq 270, realizzata in cemento armato secondo la tipologia antisismica. La struttura ha una forma semplice, un parallelepipedo con tetto a falde, un vano centrale di distribuzione e controllo degli alunni, due aule esposte a sud-est mentre a nord-ovest sono collocati tutti i servizi alle attività didattiche, sala insegnanti, servizi igienici. Per l’accesso principale è previsto un atrio coperto. (201)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini