1NORCIA – Il nucleo speciale anticorruzione della guardia di finanza ha eseguito, su mandato del presidente dell’Anac Raffaele Cantone, accertamenti per verificare forniture, trasporti e montaggio della Sae (soluzioni abitative di emergenza).

L’Anac, guidata da Cantone, è l’autorità anticorruzione. L’indagine ha riscontrato alcune «significative criticità» nelle frazioni di Campi e Ancarano di Norcia, dove i cantieri non risultavano essere tra quelli che avevano presentato la “notifica preliminare” di subappalto.

Le mosse hanno preso avvio dalla procura di Napoli ,che ha riscontrato la presenza nei cantieri delle aree terremotate di alcune ditte campane, che hanno costruito gli alloggi temporanei per le popolazioni colpite dal sima del 30 ottobre 2016.

La segnalazione è stata inviata alla Regione Umbria, al dipartimento per la Protezione civile, al commissario straordinario per la ricostruzione, alla Prefettura di Perugia e alle Procure della Repubblica di Perugia e Napoli.

Le casette di legno sono state ordinate al Consorzio Nazionale Servizi (Cns), colosso delle coop di Bologna, che ha avuto un appalto milionario dalla Consip.

C’è l’ombra delle infiltrazioni mafiose? L’Anac non si occupa certo di questo, ma verifica la regolarità degli appalti e denuncia alla magistratura eventuali irregolarità. La gente si augura che non ci siano indebiti intrecci tra politica e affari, altrimenti sarebbe un altro terremoto sulla pelle di chi già soffre per essere sfollato. (266)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini