1PERUGIA – Cultura “pura” alla Pro Ponte: interessante il convegno dedicato a Umbri ed Etruschi che ha avuto per protagonisti Luana Cenciaioli, Laura Bonomi Ponzi e Augusto Lancillotti.

Già lo scorso anno gli “etruschi” di Velimna si recarono a Gubbio a rendere omaggio alle “tavole eugubine” per instaurare un simbolico gemellaggio che annullasse il Tevere: la “linea di demarcazione” tra i due popoli: gli Etruschi sulla sponda destra, gli Umbri su quella sinistra.

Degli Umbri, “Gens antiquissima Italiae”, una delle più antiche popolazioni che abitò la nostra penisola stando agli storici,è stata Laura Bonomi Ponzi da anni impegnata nello studio di questo popolo e delle Tavole Eugubine. A Luana Cenciaioli il compito di raccontare degli Etruschi dall’alto delle sue competenze.

Si è parlato anche di cibo dei due popoli: competenza e affabulatore eccezionale Augusto Lancillotti ha incollato alle sedie gli oltre 100 appassionati intervenuti e impazienti di cambiare posto e porsi ai bordi delle tavole su cui, al termine del convegno, hanno degustato le portate della cena.

“Del cibo degli Umbri e degli Etruschi, rimangono tracce indelebili sulle nostre tavole – ha detto Lancillotti – basti pensare alla crescia/torta, alle carni alla brace o triturate, alla pecora bollita, come è descritto sulle Tavole Iguvine”.

L’incontro alla Pro Ponte, organizzato da Vania, Francesca e Valentina è servito ad approfondire la conoscenza di questi due popoli, non si finisce mai di imparare ed ogni nozione in più arricchisce il proprio bagaglio culturale e apre la mente ad affinare anche i temi etruschi di Velimna, gli Etruschi del Fiume, alla ricerca, ogni anno, di nuove proposte per accrescere il già notevole interesse per quanto fa l’Associazione presieduta da Antonello Palmerini, affiancato da un consiglio direttivo pronto a trasformare i progetti in realtà.

Le prossime “realtà” saranno “premio alla donna dell’anno”, l’Etrusco (169)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini