L’evento umbro dedicato ai professionisti del grande schermo prenderà il via sabato 24 febbraio con l’inaugurazione delle mostre ed un evento firmato Sky

1SPELLO – Le telecamere si vanno via via accendendo ed il regista è pronto a gridare il suo settimo ciak, quello con cui si darà ufficialmente il via all’edizione 2018 del Festival del Cinema Città di Spello ed i Borghi Umbri – Rassegna Concorso Le Professioni del Cinema.

L’appuntamento è a Spello, set privilegiato per le riprese di questa stupenda pellicola che vuole raccontare la storia che si cela dietro ad ogni grande film. Una storia fatta di uomini e donne che, nella penombra, immaginano, costruiscono e realizzano ogni minimo dettaglio e particolare della pellicola.

Una storia che è quella degli artigiani del dietro le quinte, di costumisti e fotografi, di truccatori e compositori, di sceneggiatori, creatori di suoni e scenografi, che il Festival vuole celebrare e far conoscere al pubblico. Così che la visione di ogni film, possa essere per lo spettatore un’esperienza unica ed irripetibile, così come lo sono i colori, i suoni e le parole che l’accompagnano.

IL TAGLIO DEL NASTRO – Il taglio del nastro della settima edizione del Festival del Cinema di Spello si terrà, dunque, sabato 24 febbraio alle 9.30 nella sala dellEditto di Palazzo Comunale, a Spello. Ad intervenire Donatella Cocchini, presidente dellAssociazione Culturale di Promozione Sociale Aurora” che promuove la kermesse, Moreno Landrini e Irene Falcinelli, rispettivamente sindaco ed assessore alla cultura del Comune di Spello.

Ed ancora Vincenzo Aronica, responsabile eventi del Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma, che da diversi anni ormai collabora con il Festival, e poi rappresentanti dell’Istituto italiano di design di Perugia e Stefano Lazzari dellAntica Bottega Tifernate. Ai saluti istituzionali seguirà l’inaugurazione delle due mostre allestite a Palazzo Comunale: Baci nel Cinemaa cura del Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma e Raffaello in Umbriarealizzata dallAntica Bottega Tifernate.

LA PROIEZIONE “RAFFAELLO. IL PRINCIPE DELLE ARTI” – Il Festival del Cinema di Spello entrerà poi nel vivo della sua settima edizione con la proiezione di Raffaello – Il Principe delle Arti, film darte prodotto da Sky in collaborazione con i Musei Vaticani, Magnitudo Film e Nexo Digital, in programma alle 17 al Teatro Subasio di Spello. Introdurranno l’opera Cosetta Lagani, Responsabile e Direttore Artistico Cinema Darte Sky e del film, la sceneggiatrice Laura Allievi e lattrice Angela Curri. Presente anche il produttore esecutivo ed attore Roberto Andreucci.

L’appuntamento sarà anche l’occasione per ricordare Luca Viotto, regista del film scomparso prematuramente a febbraio dello scorso anno. Si tratta del primo film per il cinema mai realizzato su Raffaello Sanzio, uno degli artisti più celebri al mondo e simbolo del Rinascimento. Un’opera inedita, innovativa ed emozionante, in cui il mondo dell’arte dialoga con quello del cinema. A vestire i panni di Raffaello c’è Flavio Parenti, affiancato da Enrico Lo Verso nel ruolo del padre, Giovanni Santi, con Angela Curri in quello dell’amata Fornarina e Marco Cocci come Pietro Bembo.

La ricostruzione delle scene storiche di finzione è stata curata da eccellenze del mondo del cinema, tra cui lo scenografo Francesco Frigeri e il costumista Maurizio Millenotti. La narrazione filmica è intervallata da momenti di appassionata digressione artistica affidata agli interventi di prestigiosi storici dell’arte: Antonio Paolucci, Antonio Natali e Vincenzo Farinella.

L’EVENTO GOLD – La prima giornata del Festival del Cinema di Spello si concluderà, poi, con la consueta serata di gala, l’“Evento Gold”, realizzato in collaborazione con Michele&Co, Perugina, la Strada dei Vini del Cantico e “Porchetta di Grutti…come una volta” di Mauro e Luca Benedetti. Nel corso della serata è prevista l’esibizione dei giovani allievi della Scuola comunale di musica Biaginidi Foligno e una sfilata curata dall’Istituto italiano di design di Perugia e dallo stilista Massimo Fiordiponti. (269)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini