Servizio a cura di GILBERTO SCALABRINI

WCENTER 0WKMBIRLHG - ( Angelo Papa - DSC_1051.jpg )PERUGIA – Le scuole chiuse in molte zone dell’Umbria, hanno evitato ulteriori disagi. Resterabno chiuse anche domnai a Gubbio, Gualdo Tadino, Pietralunga e Nocera Umbra. Anche altri comuni limitrofi della fascia appenninica si stanno allineando.

Valnerina, fiume Nera

Valnerina, fiume Nera

Il codice di allerta resta “arancione” in tutta la regione. Le strade principali sono tutte innevate ma percorribili. Molte le chiamate ai vigili del fuoco.  Resta in prognosi riservata un albanese che ieri sera, a causa della strada gelata, è finito fuori strada a Montefalco, mentre faceva ritorno a casa. Non è stato l’unico incidente.

2Tante neve anche sui monti Sibillini. Imbiancati paesi e borghi, ma anche le strade del fondovalle e il fiume Nera. Lungo il corso d’acqua, nonostante la violenta ondata di gelo della notte scorsa, in molti tratti le acque spumeggiano ancora con fragore e balzano, come bimbi in vacanza sulla neve, tra i sassi che segnano ritmi di vita e di storia.

La colonnina di mercurio è sotto lo zero e le temperature, rigidissime, non portano certo allegria nelle casette dei terremotati, soprattutto in montagna. Comunque, non sono segnalate criticità di rilievo, se non la presenza di ghiaccio su quasi tutte le strade, soprattutto interne. Nelle prossime ore ci sarà una attenuazione delle precipitazioni nevose, ma le temperature continueranno a calare per effetto del Burian, il terribile vento siberiano.

DOMANI, MARTEDI’ 27 FEBBRAIO

Continuerà l’afflusso di aria continentale e pellicolare, che determinerà una giornata decisamente gelida su tutti i settori, ma con cieli in prevalenza soleggiati. Durante il pomeriggio addensamenti sparsi potranno dar luogo a brevi e locali nevicate coreografiche. Temperature in ulteriore calo nei minimi, in lieve aumento nei massimi, gelate diffuse, anche in pianure, intense in montagna e sulle zone innevate. Venti moderati.

MERCOLEDI’ 28 FEBBRAIO

Avvio di giornata con il bel tempo, cieli sereni e tersi. Durante il pomeriggio progressivo aumento della nuvolosità, inizialmente di tipo alta e stratificata, poi dalla serata aumentano la nubi basse . Sarà l’avanguardia di una perturbazione che, scorrendo sopra l’aria fredda e secca, porterà, il 1° Marzo, nevicate fino in pianura; debole nevischio a carattere coreografico temporaneamente a cavalo tra nottata e primissime ore di Giovedì; a seguire dal mattino del 1°Marzo rapido aumento della quota neve. Temperature in ulteriore calo nei valori minimi, fino a -6/-8 in pianura. Venti deboli di Grecale, tesi di Scirocco dalla sera.

GIOVEDI’ 1 MARZO

Il tempo si presenterà perturbato con piogge dal mattino, nevicate fino in pianura, dove la neve resisterà fino al pomeriggio. Fenomeni più deboli sull’Umbria meridionale,  dove entro sera diverrà asciutto. Temperature in lieve calo; sensibile aumento in montagna. Venti moderati o tesi di Scirocco .

VENERDI’ 2 MARZO

Uno strutturato e profondo vortice di bassa pressione centrato ad ovest della Francia sarà responsabile di un netto richiamo di miti correnti meridionali sul Centro-sud Italia accompagnate da qualche precipitazione sparsa tra Toscana, Umbria e Lazio.  Temperature in sensibile aumento sia nei valori minimi che nei massimi. Venti anche moderati meridionali ; in quota moderati occidentali. (281)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini