Un corteo cittadino partirà alle 17 da Piazzale Bosco, luogo simbolico perché teatro di una terribile violenza ai danni di una donna, ed attraverserà tutta la città accompagnato dal Coro della Casa delle Donne

1TERNI – Una manifestazione contro la violenza sulle donne, una festa per rinnovare il nostro impegno nella gestione della Casa delle Donne di Terni e uno spettacolo teatrale per finanziarne le attività, questo il programma che abbiamo pensato per questo marzo 2018, un programma non rituale ma concreto che mette al centro della Giornata Internazionale delle Donne temi importanti come la violenza, il femminicidio, l’infanticidio, la precarietà della vita e il lavoro, l’antirazzismo e l’antifascismo, l’impegno per la costruzione di una società in cui le donne abbiano piena cittadinanza e rispetto.

Inizieremo l’8 marzo con un corteo cittadino che partirà da Piazzale Bosco, luogo simbolico perché teatro di una terribile violenza ai danni di una donna della nostra città alle 17 ed attraverserà tutta la città accompagnato dal Coro della Casa delle Donne che si esibirà durante il percorso diretto dalle maestre Anna Maria Civico e Elena D’Ascenzo.

Un corteo che si inserisce nel programma delle manifestazioni dello Sciopero Globale delle Donne, organizzato in Italia dalla rete femminista Non Una di Meno e che vedrà una marea di donne scendere nelle piazze contro la violenza e il femminicidio, contro il sessismo, il sistema patriarcale di possesso che domina nella nostra società e contro razzismo e fascismo.

Il corteo sarà anche l’occasione per rilanciare la nostra campagna di mappatura delle città “Si_cura la città, sicure le donne”, campagna con la quale si chiede alle donne di partecipare attivamente nell’individuazione di aree e luoghi della città in cui è possibile intervenire attivamente per renderne più sicura la fruizione da parte di tutte le cittadine e tutti i cittadini.

Il 10 marzo accoglieremo le donne della città alla Casa delle Donne per festeggiare insieme il quarto anno di attività della Casa. Con questa festa, che organizziamo ogni anno, oltre a raccogliere fondi per le attività e i servizi che offriamo alle donne, rinnoveremo il nostro impegno di volontarie e attiviste per i diritti e il benessere di tutte le donne della nostra città. Lo faremo a ritmo di musica perché l’aggregazione e l’unione delle donne si coltiva e nutre anche di momenti di puro e semplice divertimento.

La festa inizierà alle 19:00 con l’esibizione del Coro della Casa delle Donne di Terni e proseguirà con una cena di autofinanziamento e un djset a cura di Eleonora Anzini. Per prenotare la cena ternidonne@gmail.com.

Infine il 28 marzo proporremo alla città uno spettacolo teatrale dal titolo “Mi sa che fuori è primavera” tratto dall’omonimo libro di Concita De Gregorio, con la regia di Giorgio Barberio Corsetti e l’interpretazione di Gaia Saitta nelle vesti di Irina.

E’ una storia forte, destabilizzante quasi per la lucidità con la quale Irina racconta a vari destinatari, i fatti relativi alla scomparsa delle figlie, le due gemelline Livia e Alessia, sottratte il 29 gennaio 2011 dal padre, lo svizzero Matthias Shepp morto poi suicida.

Una storia che ci parla di tanti troppi altri casi simili anche recenti, che ci parla di uomini che pensano di possedere la vita di mogli, figli e figlie e di poterne disporre a piacimento fino ad arrivare all’omicidio. Per assistere allo spettacolo che sarà messo in scena presso il Teatro Secci il 28 marzo alle ore 21 è necessario prenotarsi alla Casa delle Donne, aperta dal lunedì al venerdì dalle 15:30 alle 19:30 e il mercoledì mattina dalle 9:00 alle 13:00.

Lo spettacolo è promosso da Terni Donne in collaborazione e con il patrocinio della Regione dell’Umbria, del Centro Pari opportunità della Regione dell’Umbria e del Comune di Terni. (166)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini