Fermate da una pattuglia della Polizia Ferroviaria ternana alla Stazione di Narni Scalo per prevenire e contrastare il pendolarismo criminale

1TERNI – Sono state fermate questa mattina, a Narni Scalo dalla Polizia Ferroviaria, quattro giovani rumene, nel corso dei servizi di controllo intensificati e potenziati dalle varie specialità, come disposto dal Questore Antonino Messineo in sede di tavolo tecnico permanente integrato, anche negli scali ferroviari della provincia, per prevenire e contrastare il pendolarismo criminale.

L’attività degli agenti della Polfer, attuata con servizi di osservazione e di appostamento, sulla base anche di segnalazioni che avevano denunciato situazioni sospette tra giovani viaggiatrici e anziani residenti, ha permesso di notare che le quattro ragazze, scese dal treno proveniente da Roma, si fossero subito dirette verso i giardini della stazione, dove si trovavano alcuni anziani, con tutta probabilità per esercitare attività di meretricio o di borseggio con la tecnica dell’adescamento – ipotesi suffragata successivamente dai loro precedenti penali e di polizia.

Non appena le quattro hanno iniziato a parlare con gli anziani, gli agenti hanno chiesto loro i documenti e i motivi della loro presenza a Narni Scalo; considerate le loro risposte evasive e per niente plausibili e i lunghi elenchi di precedenti penali specifici e di allontanamenti da decine di città italiane, sono state portate tutte e quattro negli uffici della Polizia di Stato ternana, con evidente rammarico degli anziani.

Due di loro sono risultate inottemperanti ad un Divieto di Ritorno nel Comune di Narni, ancora valido, e per questo sono state denunciate, mentre nei confronti delle altre due il Questore ha applicato lo stesso provvedimento.

  (211)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini