HA CONQUISTATO LA COPPA PRIMAVERA DI SECONDA CATEGORIA REGIONALE. IL SINDACO BACCHETTA: “RICONOSCIMENTO MERITATO PER LA PRESTIGIOSA VITTORIA E IL CONTRIBUTO DEL SODALIZIO AL RILANCIO DEL CALCIO TIFERNATE”

1CITTA’ DI CASTELLO – “La prestigiosa vittoria della Coppa Primavera di seconda categoria regionale meritava un riconoscimento pubblico, come lo meritano la serietà, l’impegno e la passione con cui dirigenti, tecnici e calciatori del F.C. Castello stanno dando un contributo molto importante al rilancio del calcio tifernate”.

Il sindaco Luciano Bacchetta ha sottolineato così l’incontro di stamattina nella residenza municipale di piazza Gabriotti con la società F.C. Castello, rappresentata nell’occasione dal presidente Lucio Ciarabelli e dal vice presidente Ermanno Patriarchi, insieme ai dirigenti, all’allenatore Paolo Valori e ai giocatori della squadra che milita nel girone A del campionato di seconda categoria umbra, guidati dal capitano Nicola Ceccagnoli.

Con la Coppa Primavera in bella mostra, il primo cittadino ha consegnato una targa a suggello dell’apprezzamento dell’amministrazione comunale per la conquista del trofeo, ottenuta nella finale di domenica 18 febbraio a Magione vinta per 1-0 sul Real Deruta grazie al gol di Fabio Carpinelli.

“Ci tenevano a dare un segnale nei confronti di un sodalizio che sta lavorando bene – ha puntualizzato Bacchetta – e può essere una risorsa fondamentale nel percorso che come amministrazione comunale vogliamo portare avanti con l’obiettivo di far tornare il nome di Città di Castello nelle categorie che merita per storia e prestigio”.

“Siamo soddisfatti e molto onorati che l’amministrazione comunale, ed in prima persona il sindaco, abbia deciso di riceverci nella sede prestigiosa dell’aula del consiglio comunale per consegnarci un riconoscimento per la vittoria della Coppa Primavera”, ha dichiarato il presidente Ciarabelli nell’evidenziare che “questo encomio ci responsabilizza ulteriormente nel portare più in alto possibile il nome di Città di Castello nel panorama calcistico adesso regionale e in futuro, magari in serie più confacenti alla storia calcistica cittadina”.

“Per una giovane società come la nostra, che ho l’onore di presiedere e che si presentava ad un nuovo palcoscenico calcistico, aver centrato la vittoria della Coppa Primavera regionale è motivo di orgoglio e dimostra la serietà con cui abbiamo deciso di intraprendere questa avventura sportiva”, ha osservato Ciarabelli nel rivolgersi al sindaco.

“E’ stata la vittoria di tutti, del gruppo dirigenziale da me presieduto, di tutti i calciatori guidati da Paolo Valori, di tutti i collaboratori perché solo se si è squadra si può arrivare a traguardi importanti”, ha aggiunto il presidente del F.C. Castello, chiudendo con un sibillino “speriamo che non finisca qui e non aggiungo altro…”. Anche l’allenatore Valori ha voluto manifestare la propria soddisfazione per l’iniziativa del Comune, ricordando l’unica volta nella quale in precedenza aveva preso parte a una simile cerimonia.

“Era 40 anni fa, quando il Città di Castello aveva vinto il campionato di serie D ed era salito in serie C”, ha detto il tecnico rispolverando i fasti che il calcio tifernate aspira a rivivere anche con l’esperienza di una società come quella biancorossa che è attualmente prima in classifica e imbattuta, con la migliori difesa e il miglior attacco del girone.

“La conquista della Coppa Primavera è arrivata al termine di un percorso molto lungo e difficile, senza alcuna sconfitta, per cui siamo ancora più gratificati da questo traguardato, fermo restando che l’obiettivo primario della stagione è la vittoria del campionato di seconda categoria”, ha precisato Valori.

La società. L’organigramma del F.C. Castello che è iscritto al campionato 2017-2018 di seconda categoria regionale vede al vertice il presidente Lucio Ciarabelli, con i vice presidenti Giacomo Palla ed Ermanno Patriarchi.

I dirigenti responsabili della prima squadra sono Enzo Coltrioli e Saverio Ricciardi, mentre i dirigenti accompagnatori sono Francesco Cagnoni e Mario Camilloni, con il ruolo di direttore sportivo ricoperto da Roberto Ceccagnoli. Ad allenare la prima squadra è Paolo Valori, con il tecnico in seconda Paolo Massetti e il preparatore dei portieri Roberto Borsi.

La rosa è composta dai portieri Nicola Ceccagnoli, Riccardo Scarscelli e Rosario Damanti; dai difensori Riccardo Bocciolini, Diego Giorni, Elia Maggini, Marco Mancini, Abdelkarim Mohammadi, Mattias Pacciarini ed Emanuele Tiddia; dai centrocampisti Roberto Antonelli, Giovanni Caldari, Ferdinando Orecchiuto, Riccardo Radicchi, Diego Guerri; dagli attaccanti Fabio Carpinelli, Davide Goretti, Lorenzo Panichi e Lorenzo Zoi. (217)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini