Osservatorio permanente: buono il bilancio del primo bimestre. L'incasso registrato nel mese di gennaio ammonta ad €44.400, corrispondente a 22.350 ospiti per 36.199 pernottamenti

1ASSISI – Prima riunione  dell’Osservatorio permanente sull’imposta di soggiorno: il tavolo, composto da rappresentanti dell’Amministrazione comunale e dalle Associazioni maggiormente rappresentative dei titolari delle strutture ricettive, ha avviato il monitoraggio degli effetti dell’applicazione dell’imposta.

Nutrita la partecipazione dei principali soggetti rappresentativi delle associazioni di categoria del mondo alberghiero, extralberghiero e dell’accoglienza in generale.

Scopo dell’incontro è stato quello di presentare i primi risultati dell’imposta di soggiorno incassata nei mesi di gennaio e febbraio, notoriamente di bassa stagione e scarsa affluenza turistica, che hanno fatto registrare un dato più che confortante se rapportato ad analogo periodo dell’anno 2015, preso a confronto come anno di riferimento.

Nonostante i dati di febbraio siano ancora parziali (ed entro marzo diventeranno definitivi) l’incasso registrato ammonta per il mese di gennaio ad €44.400, corrispondente a 22.350 ospiti per 36.199 pernottamenti (dati da dichiarazione Portale) mentre per il mese di febbraio l’imposta incassata è pari ad €31.310 corrispondenti a 17.726 ospiti per 28.885 pernottamenti.

Tra i punti salienti affrontati dal Sindaco Stefania Proietti la necessità di un confronto diretto e costante tra il Comune ed i rappresentanti delle categorie di settore ricettivo locale mantenendo un filo diretto con gli operatori economici di Assisi al fine di condividere azioni, formulare proposte e correttivi

Il primo Piano Marketing, Cultura e Turismo del Comune di Assisi, uno strumento innovativo e sostanziato con le entrate dell’Imposta di Soggiorno, prevede – come ricordato ieri – progetti per studi di profilazione turistica, attività di formazione rivolta agli operatori e un generale piano di restyling della comunicazione turistica che il Comune di Assisi ha già avviato nel corso del primo trimestre del 2018; tutto ciò in considerazione della nuova imposta di “scopo”.

Tema delicato quello dell’emersione dell’abusivismo; l’Amministrazione informa che sono in corso controlli incrociati degli uffici comunali competenti che hanno già restituito risultati indicativi di questo annoso fenomeno di evasione totale.

I rappresentanti di categoria hanno espresso un generale apprezzamento per servizi televisivi come “Meraviglie” di Alberto Angela che ha accesso un faro d’interesse sulla città di Assisi (soprattutto dopo l’evidente danno d’immagine causato dal sisma del 2016) i cui riscontri positivi in termini di presenza turistica si sono già registrati.

Per questo Federalberghi Umbria ha mostrato la propria disponibilità a sostenere progetti di analoga natura in favore della città proponendo al Sindaco di potenziare azioni di promozione e pubblicità in questa direzione.

Altri protagonisti del piano i principali eventi culturali confermati per l’anno in corso, compresa la seconda edizione di Universo Assisi prevista nel mese di luglio.

Grande apprezzamento è stato espresso da parte dei presenti per questa prima riunione che segna l’avvio di un sempre più forte e proficuo rapporto di collaborazione e confronto costruttivo tra l’Amministrazione e gli operatori economici in ambito turistico principali attori del rilancio di questo fondamentale settore per l’economia della Città di Assisi (156)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini