Lo ha reso noto l’assessore regionale alla Salute,Luca Barberini, prevendendo il diritto a ottenere, dall’Azienda sanitaria di riferimento, un contributo di 300 euro per l’acquisto di una parrucca

1PERUGIA – “La Regione Umbria ha stanziato un contributo economico per aiutare le persone malate di tumore, che hanno perso i capelli a causa di trattamenti chemioterapici, ad acquistare una parrucca e ad affrontare in maniera più serena le cure”.

Lo ha reso noto l’assessore regionale alla Salute, alla Coesione sociale e al Welfare, Luca Barberini, evidenziando che “l’Umbria è tra le prime Regioni ad aver adottato un provvedimento del genere, impegnando risorse regionali specifiche, poiché l’acquisto di parrucche non è stato incluso tra le prestazioni offerte dal Servizio sanitario nazionale, attraverso l’aggiornamento dei Livelli essenziali di assistenza (Lea)”.

“Si tratta di una precisa scelta politica – ha spiegato Barberini –, effettuata anche a seguito del dibattito in Consiglio regionale, che riconosce lo stato patologico della perdita dei capelli (alopecia), in conseguenza di trattamenti chemioterapici, prevendendo il diritto a ottenere, dall’Azienda sanitaria di riferimento, un contributo di 300 euro per l’acquisto di una parrucca. L’intervento è rivolto a tutti i cittadini umbri interessati da tale patologia, senza distinzioni di sesso o età, come parte integrante del percorso di assistenza socio-sanitaria. L’obiettivo è aiutarli a superare un momento particolare della vita, ponendo grande attenzione anche ad aspetti che possono apparire secondari, ma che di fatto non lo sono perché strettamente legati alla sfera psicologica e alla dignità della persona”.

“Il messaggio che vogliamo dare – ha evidenziato l’assessore – è che la sanità umbra non lascia indietro nessuno e che la comunità regionale sostiene chi è più fragile, anche attraverso piccoli gesti capaci di dare speranza”. (175)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini