Cibo di strada e non solo. Tra tradizione e innovazione, grazie all’Antica salumeria Granieri Amato, si presenta alla città il rinnovato chiosco in piazza Matteotti: dal panino con la porchetta a quelli “gourmet” con ingredienti particolari. Vini e birre artigianali umbri.

1PERUGIA – Un nuovo tempio del gusto sta per aprire i battenti a Perugia. Ormai è tutto pronto. Mancano gli ultimi ritocchi e il nuovo e rinnovato chiosco in piazza Matteotti a Perugia gestito dall’Antica salumeria Granieri Amato 1916 potrà presentarsi alla città. La festa di inaugurazione è in programma giovedì 29 marzo a partire dalle ore 13.

L’Antica salumeria Granieri Amato è sinonimo di qualità dal 1916, grazie alla sua porchetta cotta nel forno a legna da quattro generazioni. Una tradizione di famiglia, con l’attaccamento alle origini contadine e la volontà di trasmettere gli antichi sapori dell’Umbria, che si rinnova anche a Perugia.

Proprio qui, già dagli anni ’30, Francesco Granieri (bisnonno di Alessandro Granieri, l’artefice di questa nuova avventura) arrivava dalla periferia di Casalalta fino al capoluogo umbro con il carrettino per vendere la porchetta e i propri prodotti al mercato di piazza Matteotti. Per riprendere questa tradizione, 15 anni fa Alessandro Granieri è tornato con un suo piccolo chiosco riportando la porchetta in centro storico: ed i clienti, cittadini e turisti, nel corso del tempo sono aumentati sempre più, tutti conquistati dai sapori di questo prelibato cibo di strada e dei salumi targati Granieri.

“Dopo che l’Amministrazione comunale ci ha dato la possibilità di ampliare l’offerta commerciale – spiega Granieri – abbiamo deciso di investire in un luogo e in uno spazio a cui siamo molto affezionati”. Nel rinnovato chiosco in piazza Matteotti sarà quindi ampliata la gamma dei prodotti: dal panino con la porchetta a quelli “gourmet” con ingredienti particolari. Ed inoltre, vini e birre artigianali umbri con possibilità di degustare i prodotti delle più interessanti cantine e birrifici del territorio. Un mix tra tradizione ed innovazione quindi, ma con gusto e qualità che rimangono immutati. (98)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini