Il borgo investito, per la seconda volta, dai colori e dai profumi “dell’orticultura”

1CORCIANO – Taglio del nastro stamani per la seconda edizione di Orti Fioriti, manifestazione dedicata al mondo “dell’orticultura” in scena nel borgo di Corciano fino a domani (8 aprile) tra eventi culturali, momenti enogastronomici, laboratori creativi e stand espositivi con fiori, piante officinali e prodotti legati all’orto allestiti lungo le vie del centro storico.

2Dopo i saluti dell’assessore alla Cultura del Comune di Corciano Lorenzo Pierotti e del presidente della Proloco Corciano Antonio Pagana, si è tenuta l’inaugurazione delle mostre Simona Rinciari.

3Terra Preziosa a cura di Cinzia Verni (Corciano Antiquarium), Enciclopedia degli alberi della Toscana meridionale Arborario di Annibale Parisi e Mario Morellini (sala dell’Antico Molino), Tra il finito e l’infinito scultura di carta di Carlotta Parisi (sala dell’Antico Mulino), Un occhio all’orto… in still life fotografie di Gianni Vagnetti (sala del Consiglio di palazzo Comunale), I Bonsai di casa nostra a cura di Sergio Nucci (Chiostro di palazzo Comunale). A concludere la mattinata è stato il gustoso momento di convivio a cura delle Cuoche popolari Slow Food Trasimeno.

Oggi pomeriggio si prosegue alle ore 17 alla sala del Consiglio comunale con la presentazione dei libri di Carlo Pagani e Mimma Pallavicini, fotografie di Daniele Cavadini Il Maestro Giardiniere. Segreti e consigli per il giardino, l’orto e il frutteto e Nel frutteto con il Maestro giardiniere.

Sarà presente l’autore che dialogherà con la giornalista Sonia Brugnoni. Nel primo volume il maestro giardiniere svela i propri segreti. Con i suoi insegnamenti, tutti scoprono di avere il pollice verde e di poter diventare a loro volta veri e propri “maestri” nell’affascinante arte del giardinaggio.

Strutturato come un vero e proprio calendario dei lavori con indicazioni precise sulle priorità da rispettare mese per mese, questo manuale illustrato dalle foto di Daniele Cavadini insegna cosa e come fare per ottenere ottimi risultati nell’orto, nel giardino e nel frutteto.

Nel secondo, troviamo la cura delle piante da frutto richiede amore e dedizione, ma anche conoscenza e tecnica. Questo libro è molto più di un semplice manuale, è il racconto appassionato di un sapere antico da tramandare e custodire. Come progettare e realizzare un frutteto o, più semplicemente, arricchire il proprio giardino con alberi da frutto.

Come prendersene cura, mese per mese, con il calendario illustrato dei lavori da fare. Per allevare alberi sani e produttivi e sentirsi in sintonia con i ritmi della natura.  Dalle 15 alle 19 apertura della Taverna del Duca che proporrà un menù di merende.

Il programma di domenica 8 aprile
Dopo l’apertura delle mostre e degli spazi espositivi (10-19), alla sala del Consiglio comunale alle ore 10.30 si terrà Tipologie e funzioni dell’orticultura urbana, conferenza di Francesco Tei, direttore del dipartimento di scienze agrarie, alimentari e ambientali dell’Università degli Studi di Perugia. Introdurrà Franco Binaglia. Alle ore 15.30 al Corciano Antiquarium sarà la volta del laboratorio didattico Impariamo a fare il sapone a cura dell’associazione Le Olivastre (informazioni e prenotazioni Infopoint Corciano 075.5188255). Alle ore 17 sarà la sala del Consiglio comunale ad ospitare la presentazione di Le signore della botanica (Edizioni Aboca), libro di Elena Macellari. Per molto tempo le scienze botaniche, a livello ufficiale, sono state riservate agli uomini: erano loro ad essere considerati gli scienziati e gli esperti in materia. In realtà, fin dall’antichità le donne hanno fatto uso della botanica a scopo terapeutico, e sicuramente molte scoperte in questo ambito sono da attribuire al loro lavoro. Un sapere a volte praticato nell’ombra, sofferto e taciuto accanto a quello accademico degli uomini. Solo a partire dal Novecento le donne poterono far parte di accademie scientifiche e società botaniche, dando così il loro prezioso contributo come scienziate. Elena Macellari, con un minuzioso e attento lavoro di ricerca d’archivio, ha sapientemente ricostruito gli studi e le ricerche compiute da numerose botaniche italiane del Novecento, poco conosciute al grande pubblico, come Eva Mameli Calvino, Eleonora Francini, Albina Masseri e Camela Cortini. Dialogherà con l’autrice la storica dell’arte Alessandra Tiroli. Dalle 15 alle 19 apertura della Taverna del Duca che proporrà un menù di merende. (194)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini