sismaPERUGIA – La terra continua tremare. Un sisma di forte intensità si è fatto sentire anche in Umbria intorno alle 5 di questa mattina. E’ stato  di magnitudo tra 4.ì4 e 4.8 della scala Richter. Profondità a circa 8 chilometri dalla crosta terrestre. Ci sono stati attimi di panico in diverse città, non solo delle Marche, ma anche dell’Umbria, del Lazio e dell’Abruzzo. Epicentro a due chilometri da Muccia, dove la popolazione è ancora molto provata dagli eventi del 2016. Moltissime le repliche hanno fatto seguito alla scossa principale. Sono rispettivamente di 3.5 e 3.5 della scala Ml.

Il sindaco di Pieve Torina, Alessandro Gentilucci parla di “ulteriori danni rispetto a quelli già avuti” dal forte terremoto di due anni fa .  “La popolazione -ha detto- è molto provata.

Si ricominciano ora i sopralluoghi per verificare che la tenuta statica degli edifici sia adeguata. Oggi, abbiamo deciso di chiudere  le scuole. Abbiamo inoltre visto dei danni e stiamo verificando anche le Sae (soluzioni abitative in emergenza)”.

Il presidente dell’Ingv, Carlo Doglioni,  afferma che ”la sequenza sismica rientra nel normale andamento delle repliche successive al forte terremoto del 30 ottobre”. E che ”nelle ultime settimane erano stati registrati diversi sismi di piccola entità nell’apice settentrionale della sequenza”. (160)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini