1-copia-2PERUGIA – Nei giorni scorsi la Polizia di stato ha proceduto alla denuncia per detenzione ai fini di spaccio di due cittadini albanesi rintracciati dal personale delle Volanti in servizio di controllo del territorio.

Il primo, classe ’94 è stato notato in zona via dal Pozzo. Lo straniero attirava l’attenzione dei poliziotti poiché, alla vista della pattuglia cercava di cambiare direzione ed allontanarsi velocemente.

Fermato e controllato, l’uomo con aria apparentemente calma estraeva un docuemnto di identità rilasciato da autorità albanesi.

Ma, nel consegnare il documento, con gesto repentino e fugace, convinto di non essere notato, gettava a terra un altro involucro.

Gli agenti, vista la manovra, recuperavano immediatamente il pacchetto che risultava contenere 7 involucri di sostanza risultata essere cocaina per 5,29 grammi.

L’albense risultava detenere altresì la somma di 170 sulla cui lecita provenienza l’uomo, peraltro privo di attività lavorativa, non sapeva fornire elementi nonché una tessera sanitaria intestata ad una cittadina italiana e risultata oggetto di furto.

Accompagnato in questura, è stato denunciato per detenzione ai fini di spaccio e ricettazione.

Sorte simile per un suo connazionale classe ’93 rintracciato dagli agenti mentre si trovava a bordo di una vettura – risultata poi intestata ad un pregiudicato italiano – in zona Città della Domenica.

Fermato nonostante il tentativo di allontanarsi alla vista degli agenti, l’uomo è stato perquisito e il controllo esteso alla vettura.

All’interno di un accendino trovato nel portaoggetti dell’auto i poliziotti rinvenivano 3 involucri contenenti cocaina per 2,33 grammi.

Accompagnato in Questura, all’esito degli accertamenti -che evidenziavano a carico dell’albanese pregiudizi per stupefacenti – l’albanese è stato denunciato a piede libero per detenzione ai fini di spaccio. (40)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini