LA POLIZIA DENUNCIA UN NIGERIANO ED UN ITALIANO, QUEST’ULTIMO TENEVA NELLA PROPRIA VETTURA UN MANGANELLO. UN ALTRO ITALIANO E DUE STRANEIRI DENUCNIATI PER GUIDA IN STATO DI EBBREZZA

PERUGIA – Nel corso dei servizi di controllo del territorio i poliziotti della volante hanno fermato e controllato un cittadino straniero ed un italiano successivamente denunciati per possesso di oggetti atti ad offendere. Il primo, un nigeriano dell’81 è stato rintracciato, a seguito di segnalazione di soggetti verosimilmente intenti alla consumazione di sostanze stupefacenti, in zona Fontivegge.

Lo straniero, che alla vista della pattuglia ha tentato dapprima di darsi alla fuga e poi di sottrarsi al controllo nascondendosi tra le auto in sosta, è stato perquisito e, nella tasca dei pantaloni occultava un coltello a serramanico lungo 14,5 cm dei quali 6 di lama.

In suo possesso è stata inoltre rinvenuta una tessera sanitaria intestata ad una cittadina italiana che ne aveva denunciato il furto. Dalle verifiche risultava avere a carico pregiudizi per rapina nonché gravato da obbligo di firma. Titolare di permesso di soggiorno per richiedenti asilo, il nigeriano è stato condotto in questura e denunciato per porto abusivo di oggetti atti ad offendere nonché per ricettazione.

Stessa sorte per un italiano del italiano del ’91: fermato dalla Volante a bordo della propria auto, sul sedile lato passeggero gli agenti hanno trovato un manganello telescopico (tonfa).

Il giovane, con pregiudizi per resistenza a pubblico ufficiale, porto di materiale esplodente e violazioni in materia di stupefacenti, accompagnato in Questura ed identificato è stato denunciato per possesso ingiustificato di oggetti atti ad offendere.

Sempre nell’ambito dei servizi di controllo del territorio sono stati denunciati per guida in stato di ebbrezza alcoolica un albanese, un ecuadoregno ed un italiano.

Il primo è stato rintracciato alla guida del proprio veicolo in zona via del Lavoro dopo che una segnalazione al 113 riferiva di un uomo che suonava insistentemente i citofoni di un condominio e che, poi, si era allontanato in auto.

Fermato e controllato, presentava chiari sintomi di alterazione da alcool confermati dagli accertamenti dell’etilometro. L’auto, cointestata alla moglie dello straniero, veniva affidata a quest’ultima.

Il secondo (Ecuador ’82) veniva fermato dai poliziotti in via Fasani a bordo di una vettura con targa italiana. Apparendo anch’egli alterato, si è proceduto ad alcool test che riportava un valore di oltre 2 gr/lt, ben oltre la soglia consentita. Denunciato per guida in stato di ebbrezza, il suo veicolo è stato sequestrato.

Infine, la volante ha fermato un’auto che si aggirava, poco prima delle tre del mattino, in zona Pala Evangelisti. L’auto attirava l’attenzione degli agenti perché si aggirava muovendosi a zig-zag all’interno del parcheggio del Palasport.

Al volante i poliziotti hanno trovato un italiano del ’66 che presentava evidenti segni di alterazione alcoolica. Sottoposto al test, il suo tasso alcolemico è risultato oltre la soglia consentita. Inevitabile, anche per lui, la denuncia. Il veicolo è stato affidato ad un soggetto indicato dal denunciato.

 

  (124)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini