Alle ore 9,30 presso l’Auditorium San Domenico, studenti, insegnanti, testimonial, e sponsor, per applaudire i vincitori dell’edizione 2017/2018 del progetto dal titolo “Non esiste diversità nel Rispetto”

1FOLIGNO – Torna l’appuntamento annuale con l’assegnazione dei premi del concorso nazionale indetto dall’Associazione “Nel Nome del Rispetto” che accoglierà a Foligno, sabato 19 maggio con inizio alle ore 9,30 presso l’Auditorium San Domenico, studenti, insegnanti, testimonial, e sponsor, per applaudire i vincitori dell’edizione 2017/2018 del progetto dal titolo “Non esiste diversità nel Rispetto”.

Soddisfazione tra gli organizzatori sia per il numero di partecipanti che sono giunti a più di 1.500, dislocati in diverse parti d’Italia, sia di quello, pari a 2.500, che hanno seguito le iniziative dell’Associazione organizzata nell’arco dell’anno in funzione del concorso.

Gli elaborati, in ogni forma (scritti, video, poesia e disegno) hanno sorpreso, oltre che impegnato, la giuria, formata da 30 componenti tra docenti, giornalisti, sociologi, psicologi, scrittori e altre professionalità ed hanno ancora una volta dimostrato come il concetto del Rispetto, quest’anno coniugato con la disabilità, sia stato dai giovani recepito e sviluppato con inaspettata maturità, aiutati in questo percorso dal corpo docente, il quale costituisce da sempre un insostituibile supporto alle iniziative dell’Associazione.

Soddisfazione è espressa dalla presidente Maria Cristina Zenobi, sospinta in questo ruolo dai risultati raggiunti, dall’adesione crescente dei soci, oggi giunti a 70, dal coinvolgimento di sponsor sensibili agli argomenti e alle iniziative realizzate, e da ultimo, gratificata dal riconoscimento che il MIUR ha riservato all’associazione annoverandola tra i testimonial chiamati ad attuare il programma nazionale sul Rispetto voluto dal Ministro Fedeli.

L’impegno dell’Associazione e del suo programma, ogni anno più ampio ed efficace, trova il sostegno, ricorda la vice Presidente Cristina Virili, nella condivisione ai progetti da parte del corpo insegnante e delle famiglie che, come ha avuto modo di riconoscere anche la dirigente dell’Ufficio Regionale Scolastico, Prof. Sabrina Boarelli, rappresenta la formula vincente ed auspicata per far affermare tra i giovani principi e concetti che sono alla base della società civile e contribuiscono alla crescita e maturità di ogni individuo.

Oltre alle autorità cittadine e del mondo scolastico, alla premiazione parteciperanno i testimonial dell’Associazione come Nicole Orlando, Domenico Ignozza, Giacomo Innowhite, Gianfranco Albano, Paolo Vissani, Giuseppe Meglio e Antonio Stagno, presidente della Federazione Internazionale dei Diritti dell’Uomo, che ha dato il patrocinio ed attestati.

Un premio speciale è stato istituito in memoria dell’attore Ray Lovelock, di recente scomparso, testimonial dell’Associazione e socio fondatore. (1270)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini