Denunciato dalla Polizia per diffamazione un 25enne. Il falso profilo creato dopo una lite per futili motivi

1-copia-2ORVIETO – Ad Orvieto, al termine di un’accurata indagine, è stato denunciato in stato di libertà per diffamazione un 25enne italiano. Il ragazzo, con un precedente penale per furto, dopo una lite per futili motivi con una conoscente, anche lei di Orvieto, ha aperto un profilo finto, a nome della ragazza, su un sito di incontri hard, con i suoi dati veri e le sue foto, specificando anche la zona dell’abitazione e il numero di telefono.

La poveretta, nel giro di pochi giorni, si è trovata subissata di messaggi e di telefonate di potenziali clienti che volevano incontrare la prostituta professionale del profilo, completo di listino prezzi.

Dopo un primo momento di comprensibile sgomento, quando si è resa conto di quello che stava succedendo si è rivolta alla Polizia di Stato. Dagli accertamenti del traffico telematico, gli investigatori del Commissariato di Pubblica Sicurezza, sono risaliti all’orvietano che è stato denunciato.

E’ stato, invece, arrestato su ordine del Giudice un altro orvietano 42enne pluripregiudicato, in esecuzione di un ordine di una pena detentiva per una condanna per il reato di porto abusivo di armi. L’uomo con una lunga lista di precedenti condanne, tra cui rapina e reati legati agli stupefacenti, è stato portato in carcere dove dovrà scontare 40 giorni. (174)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini