Avviati in questi giorni gli studi sulle famose mummie dell'Umbria

1FERENTILLO – Da qualche giorno e fino al 24 giugno un team di 10 antropologi e paleopatologi è impegnato a studiare e catalogare le 34 mummie umane e i circa 300 individui, rappresentati da varie ossa, conservati nel celebre Museo delle Mummie di Ferentillo. Il sito, costituito dalla cripta della cinquecentesca chiesa di Santo Stefano, è localizzato nel cuore dello storico borgo di Precetto, ed è conosciuto in tutto il mondo sin dagli inizi del 180.

2Al tempo, alcune esumazioni rivelarono la presenza di corpi intatti mummificatisi naturalmente, sepolti nel terreno o dentro alcune casse lignee. Il Progetto, diretto dall’Università di Vilnius (Lituania), comprende un’equipe di scienziati forensi e patologi delle Università di Cranfield (Regno Unito), della Complutense di Madrid (Spagna) e dell’Istituto di Medicina Legale delle Isole Baleari di Palma di Maiorca (Spagna), ed è svolto sotto l’alta sorveglianza della Soprintendenza di Archeologia, Belle Arti e Paesaggio dell’Umbria.

Uno studio multidisciplinare commissionato dalla curia spoletina, rappresentata dalla locale parrocchia di Santa Maria di Ferentillo, che era stato già avviato negli scorsi anni attraverso una documentazione dei corpi mummificati, una ricerca storico-archivistica, e anche l’analisi chimica del suolo.

“Si tratta di indagini non-invasive – spiega Dario Piombino-Mascali – che quindi non compromettono in alcun modo l’aspetto dei reperti, e che riveleranno dettagli sulla demografia, lo stile di vita, lo stato di salute e le pratiche funerarie degli antichi ferentillesi”.

Le indagini sono anche finalizzate a mettere a punto delle migliori strategie di musealizzazione ed esposizione che possano garantire una conservazione a lungo termine dei preziosi reperti. E già a progetto appena iniziato vi è un’importante novità: 10 mummie di cui si era persa memoria sono riemerse durante lo spostamento di un cumulo di ossa, incrementando il numero di soggetti da 24 a 34. Il museo ed il piccolo cantiere di studio è visitabile tutti i giorni dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19. (618)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini