Identificati e denunciati dalla Polizia di Stato due pregiudicati

polizia-001TERNI – Due pregiudicati di origine siciliana, padre e figlio, residenti in Emilia Romagna, sono stati denunciati ieri, dal Commissariato di Pubblica Sicurezza di Orvieto per insolvenza fraudolenta e uso indebito di carta di credito.

Il titolare dell’albergo presso il quale avevano soggiornato, si è rivolto alla Polizia di Stato insospettito dal fatto che le carte di credito usate dai due per saldare il conto, rifiutavano il pagamento ed il pin indicato per una terza era errato; da lì, le indagini dell’Anticrimine del Commissariato, che hanno evidenziato che la carta apparteneva ad un ignaro cittadino del nord Italia, che si era visto recapitare un sms sul proprio cellulare per addebiti fraudolenti, effettuati dalla coppia di congiunti, entrambi gravati da numerosi precedenti penali e di polizia proprio per la stessa tipologia di reato, oltre a furti e truffe, una delle quali commessa, con le stesse modalità, proprio alcuni giorni prima a Benevento.

I due non soltanto sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria e privati dei titoli contraffatti sottoposti a sequestro, ma nei loro confronti verrà adottata dal Questore la misura di prevenzione del divieto di ritorno nel comune di Orvieto per tre anni.

Denunciate due nomadi rumene dal Commissariato di Pubblica Sicurezza di Orvieto

Continuano i controlli degli agenti del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Orvieto, finalizzati al contrasto del crimine diffuso; in particolare, vengono tenute sotto costante osservazione le zone cittadine vicine alla stazione ferroviaria e ai centri commerciali, proprio per prevenire i reati predatori commessi dai cosiddetti pendolari del crimine.

Anche ieri, sono state rintracciate due ragazze, una nigeriana di 22 anni ed una rumena di 20, tra Piazza della Pace e via della Direttissima, risultate al controllo gravate da numerosissimi precedenti penali ed entrambe già allontanate dal Comune di Orvieto, la rumena addirittura il 18 giugno scorso.

Sono state entrambe denunciate per l’inosservanza del provvedimento.

Denunciato cittadino rumeno dalla Polizia di Stato per furto

E’ stato denunciato in stato di libertà il cittadino rumeno di 51 anni, che è stato bloccato ieri dalla Squadra Volante, dopo che aveva tentato di uscire da un centro commerciale alla periferia della città con della merce non pagata.

Gli addetti alla sorveglianza lo avevano visto, dalle telecamere, mentre metteva in una borsa del materiale elettrico e quando si sono resi conto che stava per uscire dal negozio senza pagare, hanno chiamato la Polizia di Stato.

Immediato l’arrivo di una pattuglia che lo fermato ed identificato. Incensurato, residente in provincia di Viterbo, è stato denunciato per furto e la merce (delle lampadine), per un valore di 64,60 euro è stata riconsegnata al titolare (165)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini