Proroga Moca e riconoscimento di ‘lavorazione artistica’ a tutela dell’artigianato, impegni presi

1DERUTA – La possibilità di ottenere una proroga relativa alla problematica Moca, per permettere alle piccole realtà artigianali di mettersi in regola con le nuove normative è concreta e, parallelamente si sta lavorando per un riconoscimento particolare di ‘lavorazione artistica’ che come settore deve rimanere fuori dalle direttive che riguardano le grandi realtà industriali.

2Queste sono gli impegni che la neo Sottosegretaria ai Beni Culturali Lucia Borgonzoni ha preso pubblicamente di fronte agli artigiani derutesi nel corso della visita ufficiale avvenuta nella giornata di oggi. L’incontro è stato organizzato dal sindaco della città Michele Toniaccini, insieme al senatore Luca Briziarelli.

3“Abbiamo organizzato questo breve incontro – sono le parole del primo cittadino – per stabilire un contatto con un’alta carica del Governo che sicuramente non finisce qui, ma è l’inizio di una collaborazione. Stiamo lavorando per portare Deruta alla ribalta e il gemellaggio con una cittadina russa va in questa direzione. Con molta umiltà ci mettiamo a disposizione, come istituzioni, siamo come strumenti nelle vostre mani”.

La mattinata della Sottosegretaria nella città della ceramica si è aperta con una visita guidata dal parroco Don Nazareno alla chiesa di San Francesco a Deruta, situata nel centro storico. È proseguita al Museo Regionale della Ceramica di Deruta, il più antico museo italiano per la ceramica; istituito nel 1898, conserva oltre 6000 opere ed è ospitato nel complesso conventuale di San Francesco, nel centro storico di Deruta, dove è stata prorogata la mostra “Back to Deruta” che ha riportato in città, dopo cinquecento anni, ventiquattro maioliche rinascimentali.

La Sottosegretaria è rimasta colpita dall’area archeologica delle fornaci di San Salvatore, collegata al Museo della Ceramica attraverso un tunnel sotterraneo, rinvenuta nel 2008 durante i lavori per la realizzazione di un parcheggio pubblico nel centro storico, a ridosso delle mura castellane, dove era ubicata, fino agli inizi del XX secolo, la chiesa di San Salvatore. La visita al museo è stata guidata dal conservatore del museo, Giulio Busti.

La mattinata si è conclusa alla sala del Consiglio dove la Sottosegretaria ha incontrato gli artigiani del luogo che hanno manifestato tutta la loro voglia di ripartire e di ‘creare’ senza dover pensare troppo agli aspetti burocratici che sono pensati più per le grandi realtà produttive. “C’è bisogno di tutelare l’artigianato artistico come espressione di questo territorio. Si deve anche coinvolgere le nuove generazioni per garantire un ricambio ed una continuità”, è stato detto dagli artigiani.

A tal fine anche la dirigente scolastica dell’istituto omnicomprensivo “Mameli” Isabella Magni è intervenuta ribadendo la necessità di avviare nuove leve per mantenere le tradizioni. A Deruta insiste un piccolo liceo artistico che conta due sezioni. La dirigente scolastica svolge un lavoro capillare per l’alternanza scuola lavoro ed ha siglato un documento con il Comune di Deruta, le associazioni di categoria, CNA, Confartigianato e Cassartigiani per uno sviluppo del settore delle maioliche artistiche e creare concrete opportunità lavorative.

Alla Sottosegretaria l’artigiano Giovanni Andreani ha mostrato due pregiate chitarre elettriche realizzate in ceramica, una delle quali è stata suonata da Santana in occasione di Umbria Jazz 2001. (124)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini