Nella struttura gestita da consorzio Salus Umbria delle Cooperative Asad e Actl, presenti anche gli assessori Barberini e Cicchi

1PERUGIA –  – Una giornata per parlare di invecchiamento celebrale e demenza della persona anziana quella che ha avuto luogo lunedì 25 giugno presso la Residenza Anchise.
Un convegno durante il quale sono intervenuti medici, infermieri, assistenti sociali e OSS, impegnati nelle attività della struttura gestita dal Consorzio Salus Umbria.

2“Una giornata importante per un tema importante per noi cooperazione sociale che da anni stiamo cercando di capire quali sono i bisogni della persona anziana”, ha esordito la Presidente del Cinsorzio Salus Umbria e della Cooperativa Asad, Liana Cicchi.
“Abbiamo cercato di dare risposte sempre più concrete alle esigenze degli anziani – ha proseguito la Cicchi – e la residenza Anchise rappresenta proprio una di queste risposte. Una residenza che abbiamo inaugurato due anni fa e a distanza di due anni il bilancio è molto positivo, sono molti gli obiettivi che abbiamo raggiunto. E’ una struttura completamente integrata nel territorio e nella rete dei servizi socio sanitari rivolta alle persone anziane, un servizio qualificato, reso da un personale qualificato”.

La Presidente Liana Cicchi, nel ribadire piena soddisfazione per i risultati raggiunti grazie all’impegno di tutti i collaboratori della Residenza, ha rivolto lo sguardo al futuro, svelando i prossimi obiettivi del consorzio .
“Prossimamente accanto alla residenza – ha chiosato la Presidente  – saremo in grado anche di offrire un altro servizio, ovvero un Centro Diurno per anziani, un servizio che può dare un sollievo alle famiglie, anche per alcune ore. Anchise diventerà sempre più il fulcro di quelli che sono i servizi rivolti agli anziani”.

A commentare il successo della Residenza Anchise anche il vicepresidente del consorzio Salus Umbria e Presidente della Cooperativa Actl di Terni, Sandro Corsi.
“La nostra Anchise è una residenza di qualità e oggi lo testimonia avendo ospitato in questo convegno medici, infermieri, assistenti sociali, hos in una giornata di conoscenza”.

“Ciò che vogliamo è valorizzare il lavoro, l’impegno, il patrimonio e l’importantissimo investimento che hanno fatto le Cooperative Asad e Actl per dare qualcosa che questa Regione ancora non aveva: il primo investimento pubblico importante della cooperazione sociale in una residenza per anziani”, ha concluso Corsi.
Presenti al convegno anche le autorità, che non hanno mancato di sottolineare l’importanza di avere, all’interno della comunità, una struttura come la Residenza Anchise che si occupa degli anziani.

Nel corso del convegno è intervenuto l’Assessore al Welfare del Comune di Perugia, Edi  Cicchi, che ha rimarcato quanto sia fondamentale fare rete, poiché c’è l’esigenza che sia tutta la comunità a farsi carico del paziente, dell’anziano.
Grande entusiasmo è stato dimostrato anche dalle parole dell’Assessore regionale alla Sanità Barberini, che ha ricordato che nella realizzazione del primato dell’Umbria come regione che ha un grande equilibrio tra benefici e costi, c’è sicuramente anche la gestione dell’anziano. (117)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini