Nuova esperienza didattica al Monte Cucco per 36 ragazzi della “Mastro Giorgio Nelli” di Gubbio

1SIGILLO – Nella splendida cornice del monte Cucco si è svolto in questi giorni il progetto Cucco Anch’io”, realizzato dalla scuola secondaria di primo grado Mastro Giorgio Nelli di Gubbio e finanziato dal MIUR.

Trentasei ragazzi che, insieme ad alcuni docenti, hanno vissuto per 5 giorni diverse esperienze didattiche: dalla tematica ambientale, alla letteratura, alla musica, all’educazione fisica, alla speleologia, e altro ancora.

Tutte queste discipline, realizzate nei vari scenari naturalistici del monte Cucco hanno permesso un’innovativa esperienza didattica, particolarmente apprezzata anche dalle famiglie dei ragazzi.

I partecipanti hanno alloggiato presso l’ostello del volo a Sigillo, frazione di Villa Scirca, e guidati dall’associazione CENS, che da sempre rappresenta la più autorevole voce in ambito ambientale e speleologico del parco regionale, hanno realizzato visite in grotta e attività scolastiche all’aperto.

Uno dei momenti più suggestivi è risultato il concerto tenutosi nella chiesa di Sant’Andrea a Sigillo nella serata di martedì 3 luglio, in cui si è esibita la corale di Gubbio “Cantores Beati Ubaldi” diretta dal Maestro Renzo Menichetti, insieme ad un ensemble musicale formato da 6 elementi. Alla presenza di un pubblico entusiasta dell’iniziativa, che ha riempito la chiesa in ogni ordine e grado, il sindaco Riccardo Coletti ha ringraziato la dirigente scolastica Isa Dalla Ragione e tutto il corpo docente per aver promosso tale progetto nel territorio del Parco. “E’ uno dei migliori progetti mai riusciti – ha commentato il primo cittadino di Sigillo – quello che si è saputo realizzare con “Cucco Anch’io”.

Un esempio di come vivere il nostro ambiente montano abbinato a varie discipline scolastiche, con innovativi metodi didattici. Un particolare ringraziamento lo rivolgo al Maestro Menichetti che ha incantato il pubblico presente con le sue emozionanti esecuzioni al pianoforte, ma anche per la magistrale performance della corale da lui stesso diretta. Non resta che auspicarsi un rinnovato appuntamento per la prossima estate”.

(118)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini