1ASSISI – Un curioso gioco di parole per descrivere la XIX edizione del Festival. Cambio Festival inizia un nuovo percorso che, da questo anno, abbraccia i Castelli Assisani, in scena dal 31 luglio al 5 agosto e con ulteriori due performance previste anche per il mese di settembre.

2Immutato nella sua formula tradizionale, Cambio Festival CAMBIA e realizza il desiderio da sempre accarezzato di coinvolgere i diversi castelli del contado assisano, nella prospettiva di promuoverne la conoscenza e la fruizione. Nato nell’anno 2000 per iniziativa dell’Associazione Culturale Ponte Levatoio, Cambio Festival prende il nome dalla sua location tradizionale, il medievale Castello dei Figli di Cambio, animato dall’ambizione di coniugare l’amore per la musica con la valorizzazione del patrimonio storico-artistico del territorio, di cui il Castello medievale di Palazzo di Assisi costituisce un raffinato esemplare e una inimitabile cassa armonica naturale.

4L’intento di Cambio Festival è da sempre quello di concretizzare il concetto che dà il nome all’Associazione Ponte Levatoio, ovvero gettare un ponte di comunicazione in ogni senso possibile, condividendo la passione per la musica, per l’arte, per la cultura.

5“Coroniamo il nostro sogno originario – afferma Francesco Raspa, Presidente dell’Associazione Culturale Ponte Levatoio – un lungo viaggio iniziato con l’avvento del nuovo millennio che, dalla consueta location del Castello di Palazzo di Assisi, condurrà alla scoperta di altre quattro meraviglie: il Castello di Beviglie, il Castello di Petrata, il Castello di San Gregorio e il Castello di Sterpeto. Lasciamo intatta la struttura propria di un Festival, dal 31 luglio al 5 agosto: saremo a Beviglie il 31 luglio, a Petrata il 1 agosto e a Palazzo di Assisi dal 2 al 5 agosto.

L’8 e il 16 settembre Cambio Festival sarà di scena con altri due eventi distinti al Castello di San Gregorio e al Castello di Sterpeto con performance all’insegna del cinema all’aperto e della world music. Abbiamo allestito un programma musicale e culturale ambizioso che spazia dalla musica Pop, alla musica Classica (per la prima volta a Cambio Festival), con contaminazioni Jazz, note dal Sud America e variazioni Elettroniche e di World.

Siamo certi che il programma saprà incontrare il favore del pubblico. La felicità dell’incontro tra musica, cinema, esposizioni d’arte e un’architettura dal fascino millenario è la chiave per riscoprire un’eredità storica di inestimabile valore e dar vita ad un percorso culturale in grado di dare frutti anche sul versante educativo e turistico. Un ringraziamento speciale a tutti gli Sponsor e al Comune di Assisi il cui contributo è determinante per la realizzazione di questo evento”.

Cambio Festival CAMBIA: aumenta la forza e l’ampiezza del suo abbraccio al territorio, ma NON CAMBIA la qualità e l’energia creativa della sua proposta, la magia che ogni anno sa regalare, l’atmosfera accogliente che riserva ai suoi ospiti: un appuntamento divenuto ormai imperdibile per gli amanti della buona musica e dell’arte e per i tanti affezionati che partecipano anche da fuori regione.

Come ogni edizione, peraltro, la musica sarà accompagnata da forme di espressione artistica differenti, con gli incantevoli vicoli del Castello di Palazzo impreziositi da esposizioni pittoriche.

“Cambio Festival è apprezzato da tanti anni dai cultori della musica di qualità – dichiara Stefania Proietti, Sindaco di Assisi. Il team che lo organizza, fatto di persone piene di passione e professionalità, ha saputo sperimentare con coraggio nuovi e inattesi percorsi artistici, colorando per diciannove anni le notti di mezza estate del Castello di Palazzo.

L’Amministrazione Comunale ha deciso di dare una nuova opportunità, investendo nel circuito dei Castelli di Assisi. Portare Cambio Festival nei luoghi che appartengono alla nostra storia è l’inizio di un percorso che negli anni a venire, sono certa, consentirà una riscoperta delle antiche mura che rappresentavano il nucleo della vita medioevale.

Un passo importante che va verso la costruzione di un progetto di più ampio respiro che pone in evidenza Assisi con il suo centro storico, ma collegata con il suo territorio, con i suoi borghi, i suoi paesi, coinvolgendo le Pro Loco e l’associazionismo locale. Un modo per realizzare sinergie, per costruire ponti, risorse essenziali per l’intera comunità che ho l’onore di rappresentare”.

“Abbiamo assistito alla nascita di questo progetto – dichiara Franco Cicogna CEO di Pegaso 2000, da sempre Main Sponsor di Cambio Festival – e con costante partecipazione, ne abbiamo sostenuto la crescita anno dopo anno, entusiasti del crescente consenso di pubblico avuto. Con orgoglio abbiamo accompagnato Cambio Festival nel perseguire il proprio sogno: tradurre l’impegno, la competenza, la passione per la musica e per l’arte in uno spettacolo di grande bellezza e poesia, che tocchi l’anima di qualunque spettatore abbia l’opportunità di prendervi parte”.

 

  (132)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini