Svelato il programma della quarta edizione. Dal 20 al 22 luglio a Nocera Umbra torna la tradizionale festa organizzata dai fan del gruppo britannico

1PERUGIA – Sarà ancora Nocera Umbra, visto il successo dello scorso anno, ad ospitare il “Genesis Day”, la tradizionale festa organizzata dai fan e per fan in una atmosfera unica, per immergersi nella musica del gruppo britannico. Il tutto nel segno della solidarietà e per promuovere attivamente tutto il tessuto sociale e turistico del territorio.

Il ricco programma della quarta edizione della manifestazione, che si terrà dal 20 al 22 luglio, è stato presentato questa mattina nella sala Pagliacci del palazzo della Provincia di Perugia.

Sono intervenuti, in rappresentanza degli organizzatori, Eugenio Pupilli, Stefano Bronzi e Alessandro Bocci, e poi il sindaco di Nocera Umbra Giovanni Bontempi, e i rappresentanti delle associazioni Io Posso (Maria Luisa Vitale) e Aism (Alfonso Tardocchi) a cui sarà donato parte del ricavato della manifestazione. “Importante e per noi ricorrente, visto che lo facciamo sin dalla prima edizione del Genesis Day, è la scelta di poter aiutare in modo concreto anche chi è meno fortunato di noi”, hanno spiegato gli organizzatori sottolineando che i concerti saranno ad ingresso gratuito ma che il ricavato delle offerte dei fan sarà quindi devoluto in beneficenza.

Continua quindi la vocazione “genesisiana” dell’Umbria con tre giornate di musica, nel segno della solidarietà. Un evento dedicato esclusivamente ai Genesis e alla loro straordinaria parabola artistica. Affermatisi all’interno del movimento del “progressive rock”, con milioni di dischi venduti in tutto il mondo, sono considerati uno dei gruppi più importanti ed innovativi della storia della musica.

Cinque concerti, come special guest è atteso anche un vero Genesis, Ray Wilson, in tre giorni, divisi tra la centrale piazza Caprera e i giardini di Nocera Umbra, per la gioia di fan e appassionati. L’evento del Genesis Day ha inoltre l’ambizione di proporsi come il motore che possa contribuire a rimettere in moto le ambizioni e le velleità di Nocera Umbra e dei suoi abitanti, aiutando e promuovendo attivamente tutto il tessuto sociale e turistico del territorio.

“Partecipare al Genesis Day – hanno spiegato gli organizzatori – significa quindi potersi regalare un week-end all’insegna della migliore musica, della solidarietà, del buon cibo e del relax nel cuore dell’Umbria. Promuovere il territorio, promuovere l’enogastronomia, far conoscere la propria storia e la propria arte, passando per la promozione della musica Genesis e di tutti quelli che la amano – hanno detto – è stata l’idea che ha dato un nuovo impulso al Genesis Day”. Dall’incontro dei fan dei Genesis con la Proloco Nocera Umbra è nata così l’ambizione di andare oltre, lanciare una sfida, alzare ‘l’asticella organizzativa’ per quello che è stato, fino ad ora, il palinsesto artistico.

Quest’anno, infatti, sono stati inseriti nel calendario del GDAY 2018 il cantante dell’ultimo periodo discografico dei Genesis, nella prima delle due sole tappe italiane del suo tour europeo 2018, Ray Wilson (il 22 luglio sarà accompagnato dalla band Notturno Concertante). Nel corso della conferenza stampa è stato precisato che tutti gli artisti professionisti ospiti vengono con un rimborso spese perché hanno scelto di abbracciare in pieno il progetto. Un evento che vede partecipare molte famiglie che si muovono per fruire la musica in maniera sana.

A conferma della veste internazionale che caratterizza l’evento di quest’anno, ci saranno i Jazznesis (Jaume Vilaseca Quartet) di Barcellona il 20 luglio (la musica dei Genesis in chiave jazz), i Carpet Crawlers di Liverpool e gli italianissimi Gabriel Knight il 21 luglio. E non è ancora tutto: nell’ultimo giorno del Genesis Day 2018 ci sarà anche Richard Macphail, soprannominato “il sesto Genesis” nonché amico ed ex road manager della band, che presenterà il suo ultimo libro sui Genesis ed in prima italiana. Sempre il 22 luglio alle 17.30 in concerto anche i Ladri di Carrozzelle.

Il sindaco di Nocera Umbra Giovanni Bontempi ha ringraziato Proloco e organizzatori, per aver creato il primo contatto, e i fan dei Genesis “per l’occasione che ci hanno dato lo scorso anno con un momento importate per la nostra estate”. “Quest’anno – ha aggiunto – abbiamo voluto replicare quindi perché i nocerini si sono resi conto che questo evento è una festa vera, sincera e libera e che si caratterizza anche per l’aspetto della solidarietà”.

Purtroppo il grave sisma del 1997 ha messo seriamente in ginocchio tutta l’economia di questa area geografica, procurando la chiusura di molte fabbriche, inclusi i settori indotti ad esse connesse. Nonostante oggi Nocera sia completamente ricostruita e tornata al vecchio splendore si è reso ancor più evidente quanto sia necessario rimettere in moto l’economia della città. Creare palinsesti di eventi estivi, stimolare il turismo e tornare a godere di tutte le eccellenze che questa piccola comunità ha da offrire.

“A Nocera Umbra – ha proseguito il sindaco – il terremoto non c’è più e il centro storico completamente ricostruito è tornato a vivere e non ha niente da invidiare ad altri borghi dell’Umbria. Inserire eventi di questo tipo per noi è sinonimo di ripresa e di promozione”. Durante il Genesis Day ci saranno convenzioni con strutture turistiche per il pernottamento, gite ai musei del territorio, degustazioni dei prodotti enogastronomici.

  (254)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini