Il titolare in carcere per la nota indagine “nigerian cultism”.

1-copia-2PERUGIA – La Divisione Polizia Amministrativa della Questura di Perugia ha disposto la sospensione della licenza di un pubblico esercizio di Fontivegge e per trenta giorni non vi si potrà svolgere alcuna attività per motivi di sicurezza pubblica, ai sensi dell’art 100 del T.U.L.P.S.. Il provvedimento, disposto dal Questore Giuseppe Bisogno, è motivato innanzitutto dalla circostanza che in passato già per 4 volte era stato adottato un analogo provvedimento per il locale.

Poi perché anche recentemente erano stati registrati episodi lesivi dell’ordine e della sicurezza pubblica che hanno richiesto interventi delle forze di polizia per presenze di soggetti dediti alla ubriachezza molesta. Da ultimo, nei giorni scorsi il titolare era stato destinatario di una ordinanza di custodia cautelare in carcere per una articolata indagine della Squadra Mobile per gravi reati; in tale contesto veniva accertato che alcune donne venivano reclutate ed indotte al meretricio anche mediante la minaccia di essere sottoposte a rituali magico-religiosi, e che per alcune di esse erano stati stipulati rapporti di lavoro dipendente simulati attestando falsamente che prestavano la loro attività lavorativa presso il pub. (135)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini