Fino al 29 luglio il contenitore ideato da Cristiana Pegoraro accoglie tante forme d’arte. Serata dedicata al celebre compositore Rossini il 17 luglio a Narni, condotta da Massimo Giletti

1NARNI – Si aprirà con un ‘Crescendo… rossiniano’, martedì 17 luglio al San Domenico – Auditorium Bortolotti di Narni, la settima edizione del Narnia festival. La kermesse, ideata e diretta dalla pianista Cristiana Pegoraro, si configura come un contenitore che ospita varie forme d’arte e propone circa 50 appuntamenti in dieci giorni, fino al 29 luglio, toccando anche le città umbre di Terni, Amelia, Orvieto, San Gemini e Acquasparta.

La serata inaugurale, dalle 21.30, proporrà in prima assoluta ‘Crescendo…Rossiniano!’, spettacolo teatrale musicale sulla vita e le opere di Gioachino Rossini, con le più belle ouverture del celebre compositore nella trascrizione per pianoforte e orchestra d’archi curata da Cristiana Pegoraro. La pianista si esibirà insieme all’Orchestra Filarmonica Città di Roma diretta dal Maestro Lorenzo Porzio.

Le voci recitanti saranno quelle di Yuri Napoli e Carlotta Rondana, su immagini a cura di Yuri Napoli. A presentare l’evento Massimo Giletti, che sarà insignito del premio Narnia Festival-Leone d’argento alla carriera. Dalla classica al cinema nell’appuntamento di mercoledì 18 luglio alle 21.30 al Circolo Il Drago di Terni, ‘Cinemusicando’, dedicato alle colonne sonore che hanno segnato un’epoca con la partecipazione dell’attore Sebastiano Somma, di Cristiana Pegoraro al pianoforte e del Quartetto Sirio.

Ancora note ma a lume di candela nell’altro appuntamento di mercoledì 18 luglio, quello che permetterà di visitare la Narni sotterranea (alle 19.30, 20.30 e 21.30) e di assistere al concerto nella chiesa di Santa Maria Impensole durante il quale sarà proposta una delle opere più toccanti del repertorio barocco, lo Stabat Mater di Giovanni Battista Pergolesi diretto dal Maestro Lorenzo Porzio. Spazio anche per i più piccoli giovedì 19 luglio alle 19 al Museo Eroli, con lo spettacolo di burattini e marottes “Opera buffa”, che offre una rilettura comica dei molteplici aspetti della mimica e del canto degli artisti. In scena Francesca Rizzi, Chantal Fori ed Elena Stabile.

“Vezzose soprano, a volte stonate, dalle chiome lucenti – ha spiegato la Pegoraro – sono accompagnate da austeri tenori eleganti e baffuti e da una pianista a sei mani nelle colorate e animate coreografie. La musica ci sorprende con le note di Verdi, Rossini, Scarlatti, Puccini e Rota tra zuffe, frizzi, acuti e lazzi degli otto vivaci e monelli coristi”. Ancora opera, sempre a Narni giovedì 19 luglio, alle 21.30 al teatro comunale Giuseppe Manini con un viaggio musicale nella storia del melodramma basato sul connubio di musica e danza, ‘Istanti d’opera’ per la regia di Alessio Pizzech e le coreografie di Rosanna Filipponi. Sul palco, i cantanti della masterclass della famosissima soprano e didatta Elizabeth Norberg-Schulz e Matthew Marriott, i danzatori del programma Narnia Dance, e Cristiana Pegoraro al pianoforte.

Da mercoledì 18 luglio alle 18 inaugura al San Domenico con la pianista Elisa Cascio anche la serie ‘Classica Young’, dedicata a giovani promesse del concertismo internazionale e agli studenti dei corsi di alta formazione inseriti nel festival, insignito anche quest’anno della medaglia del presidente della Repubblica.

  (163)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini