auto-polizia1BASTIA UMBRA – Doveva esserle piaciuto moltissimo il paio di sandali che una giovane donna si è provata in un negozio di scarpe di Bastia Umbra, talmente tanto da farle decidere di lasciare il negozio, senza pagarle, con le scarpe ai piedi.

È successo un pomeriggio di qualche giorno fa quando la donna, una 26enne di origine rumena, incensurata e proveniente dalla Calabria era uscita dal negozio facendo attivare l’allarme antitaccheggio. Una commessa richiamando a gran voce la giovane, riusciva ad attirare l’attenzione della responsabile del negozio che, a quel punto, direttasi verso l’uscita, bloccava la donna e la invitava a rientrare per capire cosa fosse accaduto.

Intanto giungevano sul posto i poliziotti del Commissariato di Assisi. Dagli accertamenti è emerso che, i sandali, che non mostravano etichette esterne, avevano però la placca antitaccheggio cucita all’interno della suola che risultava non smagnetizzata, prova inconfutabile che si trattava proprio del modello in vendita. La donna inoltre aveva all’interno della borsa le proprie calzature che si era tolte per indossare quelle rubate.

Per la donna è scattata la denuncia per furto aggravato.

  (173)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini