CONFAGRICOLTURA UMBRIA DIFFIDA LA REGIONE DELL’UMBRIA E LE PROVINCE DI PERUGIA E TERNI. DOMANI CONFERENZA STAMPA ALLA SALA VACCARI

1PERUGIA – Danni provocati dalla fauna selvatica e inselvatichita in esponenziale aumento, i relativi indennizzi del tutto inadeguati e una mappatura del territorio regionale non in linea con le attuali condizioni delle diverse zone e con le esigenze degli imprenditori agricoli.

Sono questi i motivi principali che hanno spinto Confagricoltura Umbria a dire basta ad una situazione prolungata di grave inadempimento degli obblighi di legge da parte delle Province di Perugia e Terni e della Regione dell’Umbria, fonte di danni economici per le imprese agricole e agrituristiche, nonché ambientali e sanitari.

L’associazione degli agricoltori -avvalendosi della consulenza degli avvocati Gustavo Visentini ed Enrico Tonelli, dello Studio Visentini Marchetti e Associati di Roma- ha, quindi, deciso di diffidare la Regione a predisporre piani adeguati, finalizzati alla riduzione delle specie dannose.

Le motivazioni e i dettagli dellazione saranno resi noti nellambito di una conferenza stampa che si terrà Giovedì 26 luglio alle ore 12,00 presso la Sala della Vaccara di Palazzo dei Priori.

All’incontro con la stampa saranno presenti il Presidente di Confagricoltura Umbria, Fabio Rossi, gli avvocati Gustavo Visentini, professore ordinario di diritto commerciale presso lUniversità LUISS Guido Carli di Roma, nonché direttore scientifico della Fondazione Bruno Visentini ed Enrico Tonelli, professore di diritto commerciale allUniversità degli studi di Perugia.

  (80)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini