1ASSISI – È stato approvato all’unanimità, nella seduta odierna del Consiglio Comunale, il conferimento della cittadinanza onoraria della Città di Assisi al Sig. Tairiku Okada.

Questo importante riconoscimento è attribuito, ai sensi dello Statuto Comunale (Art. 1, comma 15), a persone italiane e straniere che abbiano acquisito meriti particolari nei confronti della Città. Per capire le ragioni del conferimento è necessario andare indietro nel tempo e descrivere dalle origini lo stretto legame dell’intera famiglia Okada con la Città Serafica.

Nel maggio 1993 la Sig,ra Keushu Okada, impegnata nel volontariato sociale, fondatrice insieme al padre Kotama Okada dell’organizzazione “Sukyo Mahikari” avente sede a Takayama in Giappone, in qualità di Presidente e rappresentante dell’organizzazione stessa, dopo un  incontro privato con Sua Santità  Papa Giovanni Paolo II a Roma, si recò in visita in Assisi e fu ricevuta dall’allora Sindaco Vitali , dall’allora Vescovo mons. Goretti e da altre personalità della Città.

La Sig.ra Okada rimase affascinata da Assisi, apprezzandone le bellezze e ritrovandosi nel messaggio e nello spirito di San Francesco, costruttore di Pace e fautore del dialogo.

Da quel giorno si sono stabiliti legami e collaborazioni tra le città di Takayama e Assisi, e l’associazione ha fattivamente contribuito alla crescita della Città Serafica con donazioni cospicue. Le due città, pur non essendo città gemellate, hanno stabilito proficui rapporti sia dal punto di vista istituzionale, sia nel portare avanti, anche nell’azione amministrativa, i valori della Pace, del dialogo interculturale e interreligioso, dell’accoglienza e della fraternità, della vicinanza a chi soffre e ai più piccoli.

Fu così che nel 1995 il Consiglio Comunale con il Sindaco Vitali deliberarono di conferire alla Sig.ra Okada la cittadinanza onoraria, oltre che per il suo impegno per la pace e per il bene profuso, anche per le particolari benemerenze mostrate nei confronti della Città Serafica, attraverso il sostegno ad importanti opere in favore della comunità. Ne sono un esempio l’illuminazione esterna della Rocca Maggiore, danneggiata a seguito del terremoto del 1997, o la sistemazione della sala della Conciliazione nella sede comunale di Assisi (arredi ed impianti).

Dopo la morte della Sig.ra Okada nel 2016, a lei è succeduto il figlio Sig. Tairiku Okada che, attraverso la Sig.ra Carmen Rotondo in qualità di consigliere e ambasciatrice dell’Associazione, ha desiderato incontrare il Sindaco in rappresentanza dell’Amministrazione comunale per rinsaldare e proseguire il cammino di dialogo e collaborazione per il bene comune già avviato con la Città di Assisi.

Era il febbraio del 2017 quando il Sindaco di Assisi Stefania Proietti ebbe l’occasione per condividere alcuni dei progetti che l’attuale Amministrazione si è data come obiettivo durante il governo della città, con particolare attenzione, nel campo del sociale e dell’istruzione, ai progetti dedicati ai bambini, contenuti all’interno del Documento Unico di Programmazione, ulteriore strumento amministrativo aggiornato ed approvato nell’odierna seduta consiliare.

Apprezzando il programma di governo, la visione strategica, le modalità, le priorità e le motivazioni, il Sig. Okada decise di contribuire con la somma di € 100.000,00 in favore del primo Asilo Nido Comunale (donazione da intendersi dedicata sia allo studio progettuale che in parte a stralcio realizzativo), in segno di un amicizia sempre più profonda e proficua tra la Città di Assisi e Takayama e con l’attenzione rivolta ai più piccoli che potranno essere costruttori di una nuova civiltà di pace e fraternità. Tale donazione è stata accettata dal Consiglio Comunale di Assisi con atto deliberativo n. 69 del 26/10/2017.

Con questa occasione è nostro desiderio informare tutti i cittadini su come si sta procedendo in relazione al tema Asilo Nido Comunale. Da mesi sono in corso incontri operativi per la progettazione dell’asilo, in accordo con quanto contenuto nel Documento Unico di Programmazione (Missione 04 Istruzione e diritto allo studio, Obiettivo 1) e in linea con le recenti disposizioni normative nazionali.

Il Comune di Assisi ha infatti aderito alla Sperimentazione del Sistema Integrato 0-6 anni della Regione Umbria (che contribuirà al cofinanziamento dell’opera), approvando il 12 luglio scorso con delibera di Giunta il progetto, che vede una stretta collaborazione tra Istituto Comprensivo Assisi 2, Comune, Regione e finanziatori privati.

Il luogo dove sorgerà il polo, come più volte annunciato, è nell’area della Scuola dell’Infanzia Cimino di Santa Maria degli Angeli per complessivi 300 mq, baricentrico dal punto di vista territoriale e dotato di un’ampia area verde funzionale al benessere dei piccoli ospiti. Prevedendo la possibilità di ospitare trenta/trentacinque bambini, il polo 0-6 anni quindi conterà complessivamente circa 100 bambini, tra asilo nido e scuola dell’infanzia, con alcuni spazi interni comuni. Si attende il completamento del progetto per il prossimo autunno. (229)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini