Verso la riapertura dei termini per l’iscrizione al SUAP dei produttori di Moca. Toniaccini: “Un primo grande passo in avanti per la difesa, la tutela e la valorizzazione del nostro artigianato artistico”

1DERUTA – Importante passo in avanti per portare la ceramica umbra in tavola. In questi giorni è stato raggiunto il primo obiettivo legato alla problematica Moca, con l’approvazione da parte del Senato della Repubblica dell’emendamento al D. Lgs. 29/2017, che riaprirà i termini per l’iscrizione al SUAP. Un requisito fondamentale richiesto a tutti i produttori di materiali e oggetti a contatto con gli alimenti.

Il delicato argomento è tutt’ora all’attenzione del Governo tanto è vero che, ieri pomeriggio, per la seconda volta, il Sottosegretario ai Beni Culturali Lucia Borgonzoni si è recata a Deruta per incontrare gli artigiani ceramisti e fare il punto della situazione.

Ad accogliere la Senatrice, insieme al sindaco Michele Toniaccini, anche il Senatore Luca Briziarelli, che si è impegnato a fianco della Borgonzoni nel presentare l’emendamento che prevede una proroga di 120 giorni per l’iscrizione nell’apposito registro, con la possibilità per gli addetti ai lavori di mettersi in regola con i regolamenti comunitari senza incorrere in sanzioni.

All’incontro hanno preso parte, inoltre, i sindaci dei Comuni aderenti al progetto “La Strada della Ceramica in Umbria”, Massimiliano Presciutti di Gualdo Tadino , Filippo Maria Stirati di Gubbio e Alessandra Cannistrà assessore di Orvieto, i rappresentanti delle Associazioni di Categoria (CNA, Casartigiani, Confartigianato), il consigliere regionale Valerio Mancini, i consiglieri del Comune derutese e gli artigiani del borgo.

Nel ringraziare tutti i presenti Toniaccini ha sottolineato il lavoro svolto per rilanciare e tutelare la ceramica artigianale. “Questo è solo l’inizio di un percorso che si presenta ancora lungo – ha detto il sindaco di Deruta -. Lo spirito di collaborazione che ci ha unito in questi mesi sarà determinante per raggiungere l’auspicato successo anche sui tavoli europei, con la modifica degli standard previsti dalla legislazione sanitaria vigente. Un vero disegno per restituire la meritata serenità al comparto ceramico italiano”.

Di seguito il Senatore Briziarelli ha evidenziato l’importanza di confrontarsi con le realtà del territorio. “Conoscere i problemi – ha detto il Senatore – permette di trovare le giuste soluzioni. Continueremo a impegnarci per tutelare e valorizzare l’artigianato artistico e ceramico italiano. Proprio per questo, a breve organizzeremo a Palazzo Madama una mostra delle quaranta città di antica tradizione ceramica aderenti ad AICC”.

Dopo aver ascoltato i vari interventi delle associazioni di categoria e degli artigiani presenti, la Senatrice Borgonzoni ha ricordato la necessità di fare squadra per raggiungere risultati notevoli. “Il mio prossimo impegno – ha dichiarato il Sottosegretario – sarà dedicato alla realizzazione di un tavolo tecnico per tutelare la creatività e la storia della artigianato artistico ceramico che rappresenta un patrimonio per l’Italia e il mondo”.

(67)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini