Dal nostro inviato speciale GILBERTO SCALABRINI

1MONTEFALCO – Ieri sera lo spettacolo dei quartieri è stato ricco di emozioni che hanno reso partecipe lo spettatore. Sul palcoscenico a cielo aperto della piazza del comune, i quartieri hanno presentato “Astri e metalli”. Quattro rappresentazioni dense e corpose, dove la protagonista non é solo la danza, ma anche le proiezioni, la musica e soprattutto i sentimenti che sono sembrati i veri pilastri della rappresentazione. Con un ritmo frenetico, il quartiere di san Francesco ha mandato in scena “Sole – Oro”. L’oro della nostra essenza, perchè il sole con i suoi raggi è la vita stessa e, sin dalle culture primordiali, i popoli venerano e ringraziano lui, il dio del Sole, come un padre.

2Il quartiere di san Bartolomeo, che ha vinto la gara, ha ricreato in scena “Luna – argento”. La grande stella che vive il riflesso del sole. Madre che vive per il suo figlio, che cammina a fianco all’amore, anche nelle ore più oscure. Luna misteriosa, madre grande per la pienezza del suo misterioso “Si”.

Luna come ciclo vitale e madre che asciuga il tradimento di 30 denari d’argento. Lo spettacolo, oltre ad essere stato un resoconto del tradimento di Giuda, ha catapultato lo spettatore in uno stato d”animo coinvolgente. La stessa cosa è accaduta per la giuria, che ha riconosciuto nel pathos la trasmissione delle emozioni.

Dopo san Bartolomeo, il quartiere di sant’Agostino ha presentato “Mercurio – Mercurio”: un racconto totalmente immaginifico che ha celebrato l’universo nel suo insieme.

Infine, il quartiere di san Fortunato ha presentato “Marte –ferro”. Il nome del ferreo pianeta Marte che trae origine dal dio della guerra , ha affrontato il suo percorso astrologico, passaggio simbolico che l’individuo deve fare per raggiungere uno stadio conclusivo di completezza.

Per tutti i quartieri è stato un inno alla strepitosa forza del teatro, della fantasia e della creatività. Bravi!

Questa sera, pioggia permettendo, gara della balestra e della staffetta. Gli organizzatori, però, temono che la staffetta dovrà essere posticipata al 16 agosto, perchè le strade bagnate non assicurano l’incolumità degli atleti. (214)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini