Dal 24 al 26 Agosto (ore 21.30) al teatro di Filadelfia con la regia di Karen Lauria Saillant

1CITTA’ DELLA PIEVE  – Prodotta dall’International Opera Theater di Filadelfia (USA) andrà  in scena al Teatro degli Avvaloranti di Città della Pieve dal 24 al 26 Agosto (ore 21.30) la Prima Assoluta dell’Opera Lirica Sacco e Vanzetti. Con la regia di Karen Lauria Saillant il teatro di Filadelfia è alla sua 15esima esperienza consecutiva di collaborazione con Città della Pieve.

Quindici anni di grande impegno che hanno visto la presenza sul palcoscenico pievese di artisti di oltre 100 nazionalità. La mission infatti del teatro di Filadelfia è proprio l’ Internazionalità ed è per questo che artisti provenienti da tantissime nazioni si alternano ogni anno nella creazione di una Opera Prima, interamente preparata a Città della Pieve e poi replicata nel mondo.

Un mese di duro lavoro quello a cui sono sottoposti gli artisti, ma anche di immersione di decine di “ospiti” internazionali e delle loro famiglie, accompagnatrici, nella collettività umbra.  Quest’anno andrà in scena il dramma degli immigrati Italiani Sacco e Vanzetti, ingiustamente accusati e condannati,(recentemente pienamente riabilitati) proprio perché appartenenti ad una collettività immigrata, quella italiana, ritenuta di nessuna considerazione in quegli anni di difficile convivenza negli USA.

Con questa opera Karen Saillant, statunitense di madre italiana, vuole rendere omaggio all’Italia ed alla storia molto difficile dei suoi figli emigrati in una terra straniera. Un ringraziamento della compagnia,va al Comune di Citta’ della Pieve,da anni sempre pronto a mettere a disposizione i migliori Spazi Teatrali e Culturali,alla Associazione Turistica Pro Loco Pievese,da sempre impegnata nel sostegno appassionato,ed alle centinaia di famiglie e cittadini pievesi che con calore ed entusiasmo sostengono da 15 anni l’Intenational Opera Theater,con il vero calore di una collettività partecipe.
Informazioni e prenotazioni all’info point di Citta’ della Pieve: 0578 – 298840 (115)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini